dcsimg

pubblicato in terra

I continenti

225.000 anni fa i vari continenti che oggi conosciamo erano uniti in unico grande continente, detto PANGEA, circondato da un unico grande oceano, detto PANTALASSA. Nella Pangea, che si estendeva dal polo Nord al polo Sud, era possibile distinguere: un blocco Europa-Asia-America Settentrionale, la LAURASIA, un altro Africa-America Meridionale, la GONDWANA, e un insieme di terre che, a seguito dello smembramento della Pangea, daranno origine all’Oceania e all’Antartide. Intorno a 200 milioni di anni fa, agli inizi dell’Era Mesozoica, ebbe inizio la frantumazione della Pangea. Un primo risultato di questo smembramento fu la separazione del blocco continentale settentrionale da quello australe, con la formazione di un esteso bacino oceanico chiamato TETIDE. Mano a mano, il blocco australe si frammentò ulteriormente, causando l’allontanamento del Sudamerica dall’Africa. Verso la fine del Mesozoico si aprì definitivamente l’oceano Atlantico e la distribuzione delle terre emerse cominciò ad assumere una fisionomia simile a quella odierna.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006