L’importanza delle foreste

Dopo anni di pesante sfruttamento delle risorse naturali, la Russia comincia a comprendere l’importanza ecologica delle proprie foreste. L’inversione di politica nella gestione di questi beni nell’ultimo decennio ha portato oggi a numerosi cambiamenti: sono infatti presenti oltre 140 riserve naturali statali, i cui programmi di riproduzione hanno in molti casi assicurato la sopravvivenza di alcune specie animali, tra cui il bisonte europeo.
Anche a livello scientifico sono state organizzate spedizioni di studio; solo in Siberia centrale sono state quattro (1996, 1998, 1999 e 2000) nell’ambito di progetti di ricerca finanziati dall’Unione Europea. Le aree oggetto di studio di questo progetto sono localizzate a circa 600 chilometri a nord della città di Krasnoyars, nelle vicinanze del villaggio di Zotino (61°N; 89°E), che sorge sulle rive del fiume Jenissey, a 160 metri sul livello del mare. Lo studio dell’ecologia di queste foreste ha visto l’istallazione di stazioni per il monitoraggio degli scambi gassosi di anidride carbonica e vapore acqueo e la caratterizzazione del bilancio energetico delle varie tipologie forestali; sono stati realizzati studi della composizione e della struttura della foresta, e analisi del suolo per la ricostruzione dei diversi stadi della ricrescita della vegetazione dopo un incendio.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità