Piante come fonte di energia

Attualmente gran parte del fabbisogno energetico dell’umanità è fornito da prodotti che hanno origine vegetale. I combustibili fossili (carbone, petrolio, gas naturale), infatti, si sono formati in seguito alla parziale decomposizione di organismi – in prevalenza vegetali – vissuti più di cento milioni di anni fa. Quando la benzina brucia nel motore della macchina o quando il metano brucia nel fornello di cucina si libera un po’ dell’energia solare catturata dalle piante in epoche remote, attraverso la fotosintesi. Tra i vari combustibili, non bisogna dimenticare la legna, attualmente non più utilizzata nei Paesi industrializzati, ma che rappresenta ancora una delle principali fonti di energia per uso domestico (cucina e riscaldamento) nei Paesi in via di sviluppo.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità