All’origine della transizione energetica: i mega-trend

Lo sviluppo del sistema energetico è guidato da grandi forze di crescita e cambiamento, che modificano e modellano l’intera organizzazione sociale e il sistema di produzione, e che orientano la coscienza collettiva e le principali scelte di imprenditori, consumatori e decisori politici. Queste forze sono definite mega-trend. Sono i mega-trend a guidare la nuova transizione energetica e i suoi tempi, poichè influenzano:

  • le decisioni politiche, per esempio, inducendo il legislatore a emanare norme ambientali più o meno restrittive o a favorire l’impiego di alcune fonti energetiche rispetto ad altre;
  • l’innovazione tecnologica, per esempio, indirizzando l’industria e la ricerca a sviluppare e commercializzare nuove tecnologie che rispondano alle esigenze emergenti;
  • le preferenze dei consumatori, modificando la composizione della domanda e conseguentemente il mix dell’offerta, per esempio, rendendo le tecnologie e le fonti di energia disponibili sul mercato più o meno competitive.

Il risultato finale è il raggiungimento di un nuovo paradigma energetico, che riflette in modo mediato i diversi obiettivi dei singoli mega-trend in azione.

In questa immagine son riportati alcuni dei più importanti mega-trend che orientano lo sviluppo del sistema energetico. Fonte: Giuseppe Sammarco, “LA TRANSIZIONE ENERGETICA”, Editore Eni SpA, Piazzale Enrico Mattei, 1 -00144 Roma

Scopriamo quali sono i principali mega-trend che orientano lo sviluppo del sistema energetico:

  • Sviluppo industriale. Buona parte del mondo non ha ancora sperimentato uno sviluppo industriale diffuso, possiamo ritenere che il mega-trend non abbia esaurito la sua funzione propulsiva e, continuando ad alimentare la crescita economica dei Paesi in via di sviluppo, innescherà a cascata un persistente aumento del fabbisogno mondiale di energia.
  • Sicurezza energetica. La garanzia di avere a disposizione un flusso di energia affidabile e stabile nel tempo, adeguato a sostenere la crescita della domanda e in grado di mantenere il livello di benessere raggiunto è uno dei punti fondamentali per il futuro. Soprattutto se, come detto al punto 1, lo sviluppo industriale continuerà a riguardare una fascia sempre più ampia di territori e popolazione.
  • Diffusione del trasporto di massa di persone e merci. Come lo sviluppo industriale, il fenomeno è ancora estraneo a molti Paesi e avrà nei prossimi anni un impatto elevato sul fabbisogno complessivo di energia del mondo.
  • Riduzione delle emissioni di inquinanti legate al settore energetico. L’attenzione alla riduzione delle emissioni inquinanti a impatto locale causate dalla produzione e dall’utilizzo delle fonti di energia ha portato all’introduzione di standard emissivi sempre più severi e ha innescato importanti processi di innovazione tecnologica.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità

  • 5 aprile 2022

    I numeri del riciclo

    Il 18 marzo viene celebrata la Giornata Mondiale del Riciclo. A che punto siamo in Italia? Secondo il report 2021…

  • 11 aprile 2017

    Nuovi composti fotocatalitici

    La fotocatalisi ha a che fare con l'alterazione della velocità di una reazione chimica.

  • 11 luglio 2016

    Fiori hi-tech accumulatori di energia

    Nella storia dell'uomo la natura ha sempre costituito un'inesauribile fonte d’ispirazione per la realizzazione di sistemi tecnologici...