Parassiti per piante e uomo

Le specie parassite provocano malattie ed instaurano relazioni con altri organismi, nelle quali il fungo trae vantaggio dall’associazione, danneggiando l’organismo ospite (esseri umani e piante). Miceti quali Endothia parasitica, Ceratocystis ulmi, Puccinia sparganioides, Puccinia graminis sono parassiti delle piante, mentre funghi appartenenti al genere Aspergillus o la Candida albicans portano infezioni agli organismi umani.
Specie parassite per le piante
Effetti devastanti sono stati osservati nelle foreste a causa della diffusione di due malattie diverse: “l’oidio” che colpisce il castagno (Endothia parasitica) e “il mal secco” che colpisce l’olmo (Ceratocystis ulmi). Da non scordare i danni causati ai raccolti di tutto il mondo dai miceti come le ruggini e i carboni. Alcune ruggini, come la Puccinia sparganioides, hanno bisogno di più piante ospiti per compiere il loro ciclo vitale: nei climi temperati, trascorre l’inverno sulla spartina mentre in primavera produce piccole spore che il vento porta a germinare sulle foglie nuove dei frassini vicini. Il “carbone del mais” provoca danni alle coltivazioni, nonostante sia considerato una prelibatezza per i messicani.
Specie parassite per l’organismo umano
Circa un centinaio delle migliaia di specie di miceti conosciute sono patogene per l’uomo causando infezioni che vengono denominate micosi. La gran parte delle micosi è determinata dall’inalazione, dall’ingestione o dall’infezione di ferite cutanee; esse colpiscono la pelle, i peli, le unghie e le mucose. In seguito all’inalazione delle spore del genere Aspergillus si manifesta una grave infezione polmonare, l’aspergillosi, mentre le micosi a carico della pelle, peli e unghie vengono denominate tigne. La bocca, l’apparato digerente e riproduttore possono essere infettati dal genere Candida albicans; nei neonati l’infezione è detta mughetto ed è caratterizzata da placche bianche sviluppate sulla mucosa della bocca.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità