Materiali alternativi al legno

Molti studi vengono fatti recentemente per trovare materiali alternativi alla produzione di carta, senza utilizzare il classico legno. In particolare si sono individuati:

  • essenze erbacee come la paglia
  • residui di graminacee come mais, frumento e riso
  • residui di lavorazione della canna da zucchero e barbabietola
  • residui della spremitura degli agrumi, soprattutto arance e limoni
  • esuberi marini come le alghe
  • piante particolari come iI sorgo, il cotone, il lino e il kenaf che possiede fibre molto simili a quelle delle conifere, e perciò adatte alla produzione di paste per carta, sia meccaniche sia chimiche.

In particolare la manioca, il miscanto, il cotone, il lino e il sorgo sono piante con un’alta resa per ettaro e una veloce crescita. Il pioppo, comunque, viene coltivato in tutta la pianura padana poichè ha un tempo di sviluppo veloce, intorno agli 8-10 anni, un’alta resa e una versatilità nell’impiego.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità