Biolab: un progetto tutto europeo

Ai primi di dicembre 2007 il laboratorio europeo Columbus è partito dal Kennedy Space Center alla volta della Stazione Spaziale Internazionale. Una buona parte dello spazio utile, ben 75 m3, è occupato da speciali armadietti (rack), veri e propri laboratori di ricerca in diversi campi: lo European Transportation Carrier (ETC), il Laboratorio per la Scienza dei Fluidi (FSL), il Modulo Europeo per la Fisiologia (EPM), l’European Drawer Rack (EDR) e il famoso Biolab. Biolab è un minilaboratorio che occupa un volume di 2 m3 e che verrà utilizzato dagli astronauti per svolgere studi sul differente comportamento e la diversa crescita in presenza di microgravità di microrganismi, cellule, batteri, piccole piante e piccoli invertebrati. È diviso in due parti: quella sinistra, completamente automatica, in cui vengono condotti gli esperimenti; quella destra, manuale, utilizzata unicamente per lo stoccaggio dei campioni e per specifiche attività manuali dell’equipaggio. Pezzo forte del Biolab è certamente l’incubatore, un dispositivo in grado di mantenere l’ambiente a una temperatura costante fra i 18 e i 40 gradi centigradi. All’interno dell’incubatore ci sono, inoltre, due centrifughe che contengono ciascuna sei cellette di sperimentazione (Experiment Container)  in cui vengono introdotti i microrganismi da studiare e che possono, indipendentemente una dall’altra, simulare una forza di gravità terrestre. La gravità viene realizzata facendo ruotare le cellette su di un disco raggiungendo una velocità tale da dar luogo a una forza centrifuga di 1g, equivalente alla forza gravitazionale terrestre.

Argomenti speciali

  • 14 aprile 2022

    Dalla Luna a Giove passando per Marte: le esplorazioni spaziali del 2022

    Anche il 2022 sarà un anno ricco di nuove missioni spazia: dalla Luna a Marte, fino alle lune di Giove,…

  • 20 marzo 2022

    Bentornata primavera

    Nonostante le temperature degli ultimi giorni d’inverno, i primi germogli e boccioli sugli alberi ne avevano già preannunciato l'arrivo: parliamo…

  • 20 dicembre 2020

    Stella stellina

    46P/Wirtanen sta attraversando il cielo. 46P fa parte della grande famiglia delle comete gioviane: si tratta di oggetti celesti...

Dalla Mediateca

  • spazio

    Numero di esopianeti scoperti

    Guarda

    spazio

    Cratere Vastitas Borealis di Marte

    Guarda
  • spazio

    Kasei Valles (Marte)

    Guarda

    spazio

    La cagnolina Laika

    Guarda
  • spazio

    La Mars Global Surveyor

    Guarda

    spazio

    La missione Cassini – Huygens

    Guarda
  • spazio

    Numero di esopianeti scoperti

    Guarda
  • spazio

    Cratere Vastitas Borealis di Marte

    Guarda
  • spazio

    Kasei Valles (Marte)

    Guarda

Curiosità

  • I neutrini

    I neutrini sono particelle neutre ed estremamente leggere...

  • La coda delle comete

    Le comete sono “palle di neve sporca” che passano...

  • Pianeta nano

    L'astronomia, come tutte le discipline scientifiche...