L’economia ciclica di Stahel

Walter R. Stahel è considerato oggi il padre dell’economia circolare e uno dei più grandi visionari poiché è fermamente convinto che vi sia un’altra economia possibile. Nel 1976 Stahel, insieme a Geneviéve Reday-Mulvey, realizzò un rapporto tecnico destinato alla Commissione europea intitolato “The Potential for Substituting Manpower for Energy” (Sostituire l’energia con la manodopera: potenzialità), in cui analizzava il tema dello spreco delle risorse legato alla rapida dismissione dei beni di consumo. In quel report, che qualche anno dopo diventò un libro – “Jobs for Tomorrow – The Potential for Substituting Manpower for Energy” – apparve per la prima volta la descrizione di un nuovo modello di economia che si distingueva da quella lineare: l’economia “ciclica”. Ciò che emerse in quel report è che i ¾ dei consumi energetici dell’industria erano associati all’estrazione e alla produzione delle materie prime, mentre soltanto 1/3 era impiegato nei processi produttivi veri e propri. Secondo gli autori, quindi, riutilizzando i prodotti invece di fabbricarne di nuovi, la manodopera avrebbe sostituito il consumo di energia, determinando un risparmio energetico e la creazione di nuovi posti di lavoro. Stahel affermava che: “applicare i principi dell’economia circolare alla manifattura permetterà al settore privato di creare posti di lavoro localmente, ridurre i consumi, i costi emissioni di gas serra e naturalmente i rifiuti. Ma la transizione dall’economia industriale lineare a quella circolare comporterà trasformazioni strutturali radicali: implicherà il passaggio da un’economia globale a una regionale, la transizione da una produzione lineare a una circolare, l’ottimizzazione di tutto il processo manifatturiero e la massimizzazione dell’uso del prodotto”.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità

  • 5 aprile 2022

    I numeri del riciclo

    Il 18 marzo viene celebrata la Giornata Mondiale del Riciclo. A che punto siamo in Italia? Secondo il report 2021…

  • 11 aprile 2017

    Nuovi composti fotocatalitici

    La fotocatalisi ha a che fare con l'alterazione della velocità di una reazione chimica.

  • 11 luglio 2016

    Fiori hi-tech accumulatori di energia

    Nella storia dell'uomo la natura ha sempre costituito un'inesauribile fonte d’ispirazione per la realizzazione di sistemi tecnologici...