Quanti animali

Il regno animale è caratterizzato dalla straordinaria diversità degli organismi che gli appartengono, infatti si riconoscono almeno 30 milioni di specie. Un’idea di questa varietà si può avere curiosando fra i vari Phyla nei quali gli animali sono raggruppati. Tra gli animali che vivono in habitat acquatici troviamo i poriferi ovvero le spugne, gli cnidari come le meduse, i coralli, gli anemoni di mare e le idre. In particolare, i polipi sono capaci di costruire strutture di sostegno calcaree che formano le barriere coralline. I platelminti sono vermi piatti, spesso ermafroditi e parassiti dell’intestino come le tenie, caratterizzate da una struttura formata da uncini e ventose per attaccarsi alle pareti dell’intestino dell’organismo ospite; i vermi di forma cilindrica sono i nematodi; gli anellidi sono i lombrichi e le sanguisughe, importanti organismi decompositori e parassiti. I molluschi sono animali con il corpo molle perché non hanno uno scheletro interno, ma semplicemente uno scheletro calcareo esterno: alcuni sono ricoperti da una conchiglia, altri sono racchiusi in due conchiglie, come le vongole e i mitili. I gasteropodi sono i molluschi più numerosi e sono sia acquatici (le patelle) che terrestri (chiocciole e lumache); i cefalopodi sono le seppie e i polpi, tutti organismi marini senza conchiglia. Il gruppo di animali più numeroso e vario è quello degli artropodi: sono note più di un milione di specie sia terrestri, sia acquatiche, sia aeree. Essi sono caratterizzati da uno scheletro esterno costituito da chitina e proteine, e un corpo ben suddiviso in un capo, un torace, un addome, delle appendici articolate che sono simili a delle “zampe”. Inoltre hanno ben sviluppato il sistema respiratorio e il sistema nervoso. Esempi sono: i miriapodi come millepiedi e centopiedi, animali terrestri che si nutrono di insetti, che vengono uccisi con pinze velenose presenti sul capo; i crostacei come gamberi, aragoste e granchi; gli aracnidi che comprendono ragni ,scorpioni, zecche e acari; gli insetti ovvero api, farfalle, formiche ecc. Organismi marini come i ricci di mare, le stelle di mare e le oloturie (o cetrioli di mare) sono tutti organismi marini del phylum degli echinodermi. Infine troviamo i cordati, quelli privi di colonna vertebrale e quelli con colonna vertebrale (vertebrati come i pesci, gli anfibi, i rettili, gli uccelli e i mammiferi).

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità