dcsimg

pubblicato il 7 settembre 2022 in spazio

Un cratere come casa

La Luna è un ambiente inospitale a causa delle radiazioni solari e della pioggia continua di piccoli meteoriti, ma soprattutto per l’escursione termica enorme con estremi che toccano -170 e 130 gradi centigradi. Difficile costruire una base lunare permanente capace di sopportare a lungo queste condizioni e di assicurare l’incolumità degli astronauti. Ma non è dappertutto così. Nel Mare della Tranquillità, all’altezza dell’equatore lunare, ci sono crateri e forse grotte dove la temperatura resta costantemente a 17 gradi: come in una fresca giornata sulla Terra. Si tratta di luoghi perfetti per l’insediamento di moduli abitativi e laboratori scientifici, anche perché potrebbero offrire una maggiore protezione contro meteore e radiazioni. Non solo, nel fondo dei crateri più bui e freddi forse c’è ghiaccio che potrebbe rifornire le stazioni spaziali di acqua potabile.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006