dcsimg

pubblicato il 17 maggio 2022 in terra

Giornata mondiale delle telecomunicazioni e della società dell’informazione 2022

L’epoca in cui viviamo viene spesso definita “società dell’informazione”, caratterizzata dalla grande diffusione di tecnologie volte a trasmettere ogni tipo di informazione in tempi sempre più ridotti. In questo contesto le nuove tecnologie informatiche e di telecomunicazione assumono un ruolo fondamentale nello sviluppo delle attività umane, sociali ed economiche.

Il 17 maggio si celebra la Giornata mondiale delle telecomunicazioni e della società dell’informazione, istituita dall’Unione internazionale per le Telecomunicazioni (Uit), agenzia delle Nazioni Unite specializzata nel settore. L’Uit si occupa, tra l’altro, dell’assegnazione dello spettro radio e delle orbite satellitari globali e contribuisce a migliorare l’accesso alle tecnologie della comunicazione e dell’informazione in tutto il mondo. La data scelta per la celebrazione è un omaggio alla firma della prima Convenzione telegrafica internazionale, avvenuta il 17 maggio 1865, e alla creazione dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni.

L’obiettivo della giornata è quello di evidenziare il contributo apportato da Internet e dalle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni alle società e alle economie, sottolineando inoltre la necessità di colmare il divario digitale che sta tracciando un solco nell’acquisizione delle conoscenze. L’evolversi delle tecnologie elettroniche applicate alle telecomunicazioni lascia intravedere scenari impensabili solo poco tempo fa, l’importante è considerare questi mezzi per quello che sono, ovvero strumenti, né buoni né cattivi, dipende dall’utilizzo che se ne fa.
La giornata 2022 dedica particolare attenzione alle “Tecnologie digitali per gli anziani e l’invecchiamento in buona salute”. Il trend demografico del XXI secolo sarà caratterizzato da un ulteriore invecchiamento della popolazione mondiale. Le telecomunicazioni e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione  svolgeranno un ruolo chiave per garantire un invecchiamento in buona salute e aiuteranno anche a costruire città più intelligenti, a combattere la discriminazione legata all’età sul lavoro, a garantire l’inclusione finanziaria degli anziani e ad assistere milioni di operatori sanitari in tutto il mondo.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006