dcsimg

pubblicato il 18 marzo 2022 in energia

Giornata Mondiale del Riciclo

Il 18 marzo è la Giornata Mondiale del Riciclo, ricorrenza dedicata a celebrare l’importanza della corretta differenziazione dei rifiuti per lo sviluppo di un’economia circolare, che valorizzi appieno le risorse e tuteli il futuro del pianeta. Questa ricorrenza è stata istituita nel 2018 dalla Global Recycling Foundation, la fondazione che promuove il riciclo e sostiene l’industria del riciclaggio nel mondo. L’idea della Giornata Mondiale del Riciclo è nata per mettere in evidenza il tema del riciclo, con l’intento di perseguire due obiettivi:

  • dire ai leader mondiali che il riciclaggio è un tema troppo importante per non essere una questione globale e che è urgente un approccio comune e congiunto al riciclaggio;
  • chiedere alle persone di tutto il pianeta di pensare alle risorse, non agli sprechi, perché finché ciò non accadrà, non daremo ai beni riciclati il vero valore che meritano

La Giornata mondiale del riciclo di quest’anno celebrerà la “fraternità del riciclo”, per ricordare coloro che si sono messi in prima linea per raccogliere rifiuti e riciclare durante i molteplici lockdown istituiti durante la pandemia. Ranjit Baxi, presidente fondatore dell’organizzazione, ha dichiarato che senza gli sforzi della filiera del riciclo, la società civile avrebbe avuto ancora più disagi, se si fosse consentita la raccolta dei rifiuti, come mascherine e dispositivi di protezione individuale, senza che venissero differenziati e trattati.

La giornata ha anche lo scopo di sensibilizzare sull’importanza dell’educazione nel contrastare l’inquinamento. Secondo Baxi l’educazione sul riciclo è fondamentale e bisogna iniziare a farla nelle scuole, quando i bambini sono ancora piccoli, in modo da insegnare loro gradualmente l’importanza di un ambiente più pulito. Infatti, sono loro che dovranno poi portare avanti la bandiera del riciclo. Per questo motivo Baxi spera “di promuovere e diffondere l’educazione sul riciclo il più possibile in tutte le economie”.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006