dcsimg

pubblicato il 2 marzo 2021 in la vita

Avvistato nel Borneo uccello che si pensava fosse estinto

In un bosco del Kalimantan, sull’isola del Borneo, nel Sudest asiatico, è stato avvistato un akalat dalle sopracciglia nere (Malacocincla perspicillata), un uccello dell’ordine dei passeriformi che non si vedeva dal 1848. La notizia della riscoperta dell’akalat è stata pubblicata sull’Oriental Bird Club’s journal BirdingASIA ed è stata poi diffusa dalla Global wildlife conservation, organizzazione non governativa che si occupa di conservazione della natura.

Crediti: Muhammad Suranto e Muhammad Rizky Fauzan, scaricata da globalwildlife.org

L’uccello è stato avvistato nell’ottobre 2020 da Muhammad Suranto e Muhammad Rizky Fauzan, due abitanti del posto che hanno accidentalmente catturato l’akalat. Non riconoscendo che tipo di uccelo fosse, l’hanno fotografato e, dopo aver liberato l’animale, hanno inviato le fotografie a un gruppo locale di birdwatching. Le immagini sono poi state sottoposte all’ornitologo indonesiano Panji Gusti Akbar, che ha individuato la specie definendo “mozzafiato” questa riscoperta.

La conferma è arrivata dopo che gli ornitologi hanno esaminato le fotografie scattate da due abitanti del posto nel mese di ottobre. Naturalmente si tratta di una notizia che riaccende le speranze degli studiosi, perché dimostra che siamo ancora in tempo per salvare un animale prezioso come l’akalat, minacciato dalla deforestazione edalla siccità, spesso causa di devastanti roghi. Inoltre “scoperte come queste sono incredibili e ci fanno credere che sia possibile rintracciare altre specie ritenute scientificamente perse per decenni o più”, spiega Barney Long, della Global wildlife conservation. Tutto ciò evidenzia come la natura sia più resiliente di quanto crediamo, e che non dobbiamo mai darci per vinti nella battaglia per la sua salvaguardia.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006