dcsimg

pubblicato in la vita

Un flagellato autotrofo: l’euglena

L’euglena è un flagellato capace di compiere la fotosintesi se esposto in piena luce, mentre perde i pigmenti fotosintetici se mantenuto nell’oscurità e inizia a nutrirsi di materia organica morta. Una volta riportata alla luce, l’euglena inizia nuovamente a compiere la fotosintesi. Nella figura sono ben visibili i cloroplasti, organelli in cui avviene appunto la fotosintesi. Il flagello viene utilizzato per il movimento che risulta ondulatorio. Lo stigma è una zona particolarmente ricca di pigmenti e probabilmente è correlata al fotorecettore.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006