Seguici su  

Energia

Conoscere il carbone
carbone2

Un po’ di storia: il carbone

L'era del carbone inizia verso la meta' del 1600, in seguito all'esigenza di trovare una fonte di energia alternativa al legno. Fino ad allora, infatti, il legno era la fonte di energia più utilizzata, nonché un buon materiale da costruzione, ma l'eccessivo sfruttamento dei boschi portò in molti paesi europei alla progressiva distruzione delle foreste e il legno cominciò a scarseggiare.
Il carbone fossile sembrò, dunque, l'alternativa più valida a disposizione. Infatti, esso era presente nel sottosuolo di molti paesi del centro Europa e si prestava molto bene come fonte di energia per le prime macchine a vapore.
In pochi decenni la richiesta di carbone aumentò in maniera esponenziale per alimentare un'industria europea sempre più fiorente. In particolare, l'Inghilterra, grazie ai suoi grandi giacimenti, si arricchì e consolidò la sua posizione di supremazia tecnologica e industriale.
A partire dal 1750, proprio in Inghilterra prende il via la Rivoluzione industriale, che sconvolge radicalmente il sistema economico e sociale. Successivamente essa si propagherà anche negli altri paesi europei, fino a raggiungere gli Stati Uniti d'America.
L'entusiasmo per la risorsa "carbone", portò ad uno sfruttamento sempre più intensivo dei giacimenti soprattutto in Inghilterra, Russia, Germania e Francia. In questo periodo, infatti, la produzione mondiale di carbone passò da poco più di 10 milioni di tonnellate nel 1700, a circa 70 milioni di tonnellate nel 1850, a 800 milioni di tonnellate nel 1900. Fino al 1960 il carbone è stata la risorsa di energia fossile più utilizzata, subendo poi la concorrenza del petrolio, più facile da estrarre e trasportare.
L'importanza del carbone è però ancora rilevante come combustibile alternativo al petrolio. Le dimensioni delle sue riserve provate nel 2011 (ovvero le riserve attualmente conosciute e sfruttabili con profitto) a livello mondiale sono, infatti, notevoli: circa 861 miliardi di tonnellate di carbone rispetto ai 235 miliardi di tonnellate di petrolio e ai circa 156 miliardi di tonnellate di petrolio equivalente di gas naturale.
Al ritmo attuale di consumo, (e in assenza di nuove scoperte o della messa in esercizio dei giacimenti attualmente non sfruttati in quanto troppo costosi) le riserve provate di carbone dureranno per circa altri 109 anni, un tempo più lungo rispetto a quello previsto per gli altri idrocarburi (59 anni per il gas naturale e 52 per il petrolio), ma pur sempre limitato (Fonte: eni, World Oil & Gas Review 2013; BP Statistical Review of World Energy 2013).

Curiosità

Torba e torbiere
La torbiera è un ecosistema costituito da paludi nelle quali la materia organica...

Leggi tutte le curiosità

Argomenti correlati

Terra
Attività estrattiva in tempi recenti
Dalla fine dell'ottocento si è diffusa la tecnica del filo elicoidale...
Leggi tutto

Terra
Giacimenti e miniere in Italia
In Italia la maggior parte delle miniere esistenti all'inizio del secolo sono state ormai chiuse...
Leggi tutto