dcsimg

Glossario

Zavorra
È una sostanza pesante, come acqua, sabbia, ghiaia o ferro, che si pone nella stiva di una nave per regolarne la stabilità in acqua o perché possa raggiungere la giusta linea di immersione. Zavorrare (ballasting) è una operazione importante nelle fasi di installazione di piattaforme offshore (vedi), nella stabilità degli impianti di perforazione semisommergibili e nella operatività delle petroliere e delle navi in genere.

Zavorra pulita
(vedi Acqua di zavorra)

Zavorra segregata
Le navi petroliere che effettuano viaggi completamente scariche devono, per motivi di stabilità, riempire parzialmente le cisterne con acqua di mare, che viene quindi contaminata dal petrolio. Le navi più moderne sono dotate di un sistema detto appunto “a zavorra segregata”, ovvero hanno cisterne dedicate esclusivamente alla funzione di zavorra, che evitano il miscelamento e il conseguente inquinamento dell’acqua di zavorra (vedi) con i prodotti petroliferi trasportati. In tal modo viene abolita la necessità di un trattamento di depurazione dell’acqua segregata prima della sua restituzione in mare.

Zolfo
Elemento chimico che si trova in natura sotto forma di cristalli gialli. È quasi sempre presente nel petrolio greggio sotto forma di composti (mercaptani, acido solfidrico) che vengono eliminati o ridotti mediante appositi processi di raffineria. Minore è il contenuto di zolfo, maggiore è la qualità del greggio che presenta meno problemi nella raffinazione. Lo zolfo viene prodotto puro nelle raffinerie, come sottoprodotto dei processi di desolforazione (vedi) e venduto per gli usi tipici dell’industria dello zolfo.

Zona produttiva
Intervallo o insieme di intervalli di una roccia serbatoio (vedi) dai quali possono essere prodotti idrocarburi in quantità economiche.

Zona vadosa, satura, insatura
Vadosa o insatura è la zona di un terreno immediatamente sotto la superficie ove l’aria è alla pressione atmosferica, mentre l’acqua è ad una pressione minore di quella atmosferica. La zona satura è quella invece nella quale l’acqua penetra negli interstizi del terreno e si trova quindi ad una pressione maggiore di quella atmosferica.

Zonizzazione acustica
In generale, per zonizzazione si intende la suddivisione del territorio in aree omogenee, in funzione della sua destinazione d’uso (presenza di attività economiche, densità di popolazione, tipologia di traffico). In particolare, la zonizzazione acustica consiste nell’associare i limiti ammissibili per la rumorosità nell’ambiente esterno, alle aree omogenee definite.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006