Ammassi e superammassi

La struttura dell’Universo assomiglia ad una sorta di spugna, infatti la misura delle posizioni di migliaia di galassie ha mostrato che esse non sono distribuite uniformemente. L’Universo a grande scala è costituito da gruppi di galassie, detti ammassi, che si riuniscono in enormi addensamenti piatti separati tra loro da immense regioni vuote.
Inoltre, molti ammassi di galassie sono coinvolti in moti d’insieme verso altri giganteschi ammassi, detti attrattori per la loro spinta gravitazionale. Questa struttura su larga scala sembra aver avuto origine da piccolissime disomogeneità nella distribuzione iniziale di materia. Dopo il Big Bang, su scale temporali di miliardi di anni, le forze gravitazionali avrebbero condensato la materia e si sarebbero formate prima le galassie, poi gli ammassi e i superammassi, e infine le strutture più grandi come gli attrattori. Prima del 1989 si pensava che i superammassi rappresentassero le più grandi strutture presenti nell’Universo, e che si trovassero sparsi in maniera uniforme in tutto l’Universo. Ma, nel 1989, Margaret Geller e John Huchra scoprirono una vera e propria parete di galassie lunga più di 500 milioni di anni luce, larga 200 milioni e spessa 15 milioni di anni, a cui diedero il nome di “Grande Parete”.

Argomenti speciali

  • 29 novembre 2012

    Esobiologia

    La ricerca di pianeti extrasolari simili alla Terra...

  • 28 gennaio 2014

    Il satellite Gaia

    Il 19 dicembre 2013 Gaia è salito sulla rampa di lancio...

  • 14 maggio 2014

    Un’altra Terra nell’Universo?

    Il Telescopio Kepler della NASA ha scoperto il primo pianeta extrasolare delle dimensioni della Terra...

Dalla Mediateca

Curiosità

  • I neutrini

    I neutrini sono particelle neutre ed estremamente leggere...

  • La coda delle comete

    Le comete sono “palle di neve sporca” che passano...

  • Pianeta nano

    L'astronomia, come tutte le discipline scientifiche...