Uccelli e piccoli animali della taiga

La maggior parte degli uccelli che vivono nella taiga migra verso sud durante l’inverno, mentre due specie (il crociere rosso d’Europa e il crociere dalle ali bianche) si sono adattate a resistere a questa stagione gelida, cibandosi di una tra le materie prime più abbondanti e nutrienti di questo bioma: i semi delle conifere (pinoli). I pinoli si trovano racchiusi all’interno di robuste pigne legnose (coni) e possono essere estratti solo con l’abile uso del becco modificato dei crocieri; il crociere rosso d’Europa (Scandinavia e Confederazione Russa) e il suo equivalente americano, il crociere dalle ali bianche, possiedono, infatti, becchi che si incrociano alla punta, strumenti efficacissimi per l’estrazione dei semi delle conifere. Sono comuni anche le formiche, le vespe del legno, i coleotteri xilofagi (cioè che si nutrono di legno) e mosche. Particolarmente dannose per alcuni alberi sono alcune specie di larve di farfalle chiamate comunemente processionaria.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità