L’agricoltura sostenibile

Come abbiamo visto, il suolo è un elemento essenziale per la sopravvivenza dell’intera umanità. L’uomo ha sviluppato nel tempo modi di coltivare che consentono di ottenere buone produzioni a costi contenuti. L’agricoltura sostenibile nasce dall’integrazione di pratiche colturali tradizionali, che fanno uso di prodotti chimici come fertilizzanti e fitofarmaci, con quelle biologiche, ossia pratiche a minore impatto ambientale che richiedono una conoscenza profonda delle complesse interazioni tra suolo, acqua, vegetazione e animali.
Ogni anno 30-80 miliardi di tonnellate di suolo vengono perse per erosione: è come se un treno carico di terra scaricasse il proprio carico nello spazio 12 volte ogni anno. Per prevenire o arrestare l’erosione si impiegano diverse tecnologie e tecniche. Una delle tecniche più efficaci utilizza alcune piante, specie erbacee da prato, che, trattenendo con le radici le particelle di terra, limitano l’effetto erosivo del vento e dell’acqua. Spesso la semina delle specie erbacee avviene dopo aver coperto il suolo con una fitta rete biodegradabile, di origine vegetale (rafia o canapa), che funge da supporto ai semi durante la loro germinazione. Gli agricoltori adottano alcuni accorgimenti per ridurre o bloccare l’erosione del suolo da parte del vento o dell’acqua, quali: piantare alberi lungo i confini dei campi; piantare colture erbacee (come i cereali) in modo da ricoprire il suolo nei mesi di maggiore rischio di erosione (autunno e primavera), lavorare meno il terreno, ecc.

Argomenti speciali

  • 3 dicembre 2006

    Agricoltura sostenibile

    L’agricoltura è l’attività principale dell’uomo...

    13 maggio 2013

    Piccoli passi, grandi impronte

    Quanto suolo consumiamo con il nostro stile di vita?...

    10 maggio 2008

    Bioindicatori ambientali

    La ricerca ecologica è sempre più orientata verso la valutazione della qualità dell’ambiente e delle sue risorse.

  • 10 marzo 2006

    Ambiente biotech

    La <strong>biotecnologia</strong> può essere definita l’applicazione della microbiologia, dell'ingegneria genetica e della biochimica al trattamento di materiali con microrganismi, cellule…

    10 gennaio 2007

    L’uomo e la montagna

    Le antiche popolazioni che vivevano ai piedi delle montagne...

    7 gennaio 2010

    Alpi e Appennini

    Dalle parole greche oros (montagna) e genesis...

  • 18 maggio 2009

    Sauropodi

    Lunghi 40 metri e alti 17, pacifici ma immensi...

    10 novembre 2011

    Frane

    Studiando i fenomeni franosi, è opportuno distinguere quello che è il rischio...

    2 ottobre 2011

    Il rischio idrogeologico

    Ai lati dei corsi d’acqua troviamo una zona pianeggiante chiamata piana d’inondazione...

  • 3 dicembre 2006

    Agricoltura sostenibile

    L’agricoltura è l’attività principale dell’uomo...

    13 maggio 2013

    Piccoli passi, grandi impronte

    Quanto suolo consumiamo con il nostro stile di vita?...

  • 10 maggio 2008

    Bioindicatori ambientali

    La ricerca ecologica è sempre più orientata verso la valutazione della qualità dell’ambiente e delle sue risorse.

    10 marzo 2006

    Ambiente biotech

    La <strong>biotecnologia</strong> può essere definita l’applicazione della microbiologia, dell'ingegneria genetica e della biochimica al trattamento di materiali con microrganismi, cellule…

  • 10 gennaio 2007

    L’uomo e la montagna

    Le antiche popolazioni che vivevano ai piedi delle montagne...

    7 gennaio 2010

    Alpi e Appennini

    Dalle parole greche oros (montagna) e genesis...

Dalla Mediateca

Curiosità