Piccoli mammiferi della steppa

Tra i grandi erbivori vivono molte specie di piccoli mammiferi che, per fuggire ai predatori, scavano profondi tunnel sotterranei. In sud America si trovano diverse specie di roditori: le cavie, oggi apprezzate come animali da compagnia, le viscacce, e i tuco-tuco, simili a grossi criceti. Le attività di scavo di questi roditori rimescolano continuamente i vari strati di suolo contribuendo all’aerazione del terreno e alla riduzione della concentrazione di sali minerali sulla superficie. Nelle steppe nordamericane si trovano i cani della prateria, roditori organizzati in complesse comunità che vivono in vere città scavate sottoterra. I cani della prateria hanno una vita sociale molto complessa e comunicano mediante un linguaggio articolato fatto di gesti e di richiami. Alcuni individui restano di guardia intorno alle entrate delle tane, mentre altri si occupano dei piccoli: al minimo accenno di pericolo le sentinelle lanciano grida di allarme e tutta la comunità si nasconde nei cunicoli. I cani della prateria brucano completamente l’erba intorno alla colonia per impedire ai predatori di avvicinarsi senza essere visti. Nelle steppe dell’Asia vivono lo yak, il muflone, e l’onagro o asino selvatico. Tra i piccoli mammiferi asiatici si ricordano il souslik, l’equivalente asiatico del cane della prateria, e il criceto comune.
Altri piccoli animali della steppa
Nascosti tra le erbe prosperano molte specie di insetti, soprattutto cavallette, coleotteri e farfalle che rivestono l’importante ruolo di impollinatori. Sono numerosi anche i rettili, come i serpenti a sonagli del Nord America. La grande quantità di erbivori e di animali di piccola taglia richiama diverse specie di predatori. Il lupo in Europa e Asia e il coyote in Nord America predano animali di grossa taglia mentre le volpi, le donnole, i tassi, gli ermellini e i gatti polari catturano piccole prede. Anche gli uccelli rapaci sono abituali frequentatori delle praterie: la vista acuta consente loro di scovare le prede a grande distanza in un territorio pressoché privo di nascondigli.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità