Animali della steppa

Le estese praterie della steppa sono il regno dei grandi erbivori che compiono spesso notevoli migrazioni alla costante ricerca di nuovi pascoli. A causa della mancanza di nascondigli e della necessità di spostarsi, molti erbivori della steppa hanno evoluto dimensioni considerevoli, eccezionali adattamenti alla corsa e sensi capaci di percepire segnali anche molto distanti. Tipici erbivori della steppa sono: il bisonte europeo e quello nordamericano, il cavallo, che proviene dalle steppe asiatiche, l’antilocapra, che vive nelle praterie del Nord America, e il guanaco, un parente dei cammelli che popola le steppe argentine. Nella pampa sudamericana, oltre al guanaco, vive il cervo delle pampas, un piccolo cervide delle dimensioni di un capriolo.
Il bisonte
Il bisonte è forse l’erbivoro più rappresentativo della steppa. Fino al secolo scorso ne esistevano due specie: l’europeo e il nordamericano.
Il bisonte europeo è il più grosso mammifero vivente in Europa. È ricoperto da una fitta pelliccia lanosa, ha un collo corto e robusto, la fronte bassa e larga e corna ricurve verso l’alto. Oggi il bisonte europeo è pressoché estinto, decimato dalla caccia e dalla scomparsa del suo habitat. Ne sopravvivono soltanto poche centinaia di capi. Il bisonte nordamericano è tra i mammiferi terrestri più grandi. Può superare una tonnellata di peso e 180 centimetri di altezza. Fino alla metà dell’800 immense mandrie di bisonti attraversavano le praterie del Nord America. Purtroppo, a partire dalla metà dell’800, la feroce persecuzione operata dai coloni e dai cacciatori bianchi ha portato questo maestoso animale sull’orlo dell’estinzione. Oggi la specie è in ripresa grazie ai programmi di protezione e all’istituzione di vaste aree protette.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

  • ecosistemi

    Bisonte americano

    Guarda
  • ecosistemi

    Il bisonte europeo e americano

    Guarda
  • ecosistemi

    Cane delle praterie

    Guarda

Curiosità