La radiazione solare sulla Terra

Il Sole illuminerà e riscalderà la Terra fino a quando non si saranno esaurite le sue riserve d’idrogeno, ovvero tra circa 5 miliardi di anni. La radiazione solare raggiunge la superficie terrestre in maniera non omogenea. Ciò dipende dalla sua interazione con l’atmosfera e dall’angolo d’incidenza dei raggi solari. L’angolo d’incidenza varia in base a due fattori: la rotazione della Terra intorno al proprio asse, determinante per l’alternarsi del giorno con la notte, e l’inclinazione dell’asse terrestre rispetto al piano dell’orbita, che provoca una variazione stagionale dell’altezza massima del Sole sull’orizzonte. Quando il Sole è perpendicolare alla superficie terrestre, si ha la massima concentrazione dei suoi raggi al suolo. Invece, se i raggi solari raggiungono la superficie terrestre con una certa inclinazione, la stessa quantità di energia si disperde su una superficie più grande. Per questo l’energia solare può essere sfruttata con la massima intensità solo entro una fascia compresa tra il 45° di latitudine nord e sud.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità