L’importanza del clima

Tutti i processi che modellano la superficie terrestre sono associati fra loro e legati alle condizioni climatiche; di conseguenza sono caratteristici di determinate zone della Terra. L’area mediterranea, polare, tropicale, ecc. prendono il nome di zone morfoclimatiche e sono caratterizzate da particolari forme del paesaggio create da determinati fattori esogeni e climatici.
Regioni caldo-umide
Le regione caldo-umide sono caratterizzate da abbondanza di acqua e temperature elevate che provocano intensi processi di alterazione chimica. Il suolo è ricco di humus ed è ricoperto da una fitta copertura vegetale che protegge il terreno dall’erosione fluviale e permette l’assorbimento dell’acqua.
Quando i rilievi sono formati da rocce granitiche il paesaggio è dolce e caratterizzato da rilievi a forma di cupola chiamati inselberg. Gli inselberg si trovano isolati o a gruppi, completamente privi di suolo e copertura vegetale. Invece se i rilievi sono formati da rocce calcaree hanno la forma di pinnacoli e di torri e caratterizzano i paesaggi del Vietnam e della Cina meridionale.
Regioni aride
Si possono individuare due tipi diverse di regioni aride:

  • l’area dei deserti tropicali e delle savane è caratterizzata da una forte escursione termica, dalla scarsità delle precipitazioni e dall’assenza di copertura vegetale. L’azione di alterazione delle rocce è prevalentemente dovuta alle differenze di temperatura unite alla presenza di rugiada e dall’azione del vento. Si osservano cavità, forme a fungo e i tafoni, caratteristiche escavazioni alla base dei blocchi di roccia dovute all’azione del vento;
  • l’Antartide è inclusa nelle regioni aride perché è ricoperta da ghiacci perenni, l’umidità è estremamente bassa e le precipitazioni sono esclusivamente nevose. Vi si trovano forme create dall’azione del vento.

Regioni temperate
Nelle regioni temperate, le acque piovane inizialmente scorrono in modo uniforme sui versanti e progressivamente si raccolgono nei corsi d’acqua. La distribuzione e l’intensità delle precipitazione varia nelle diverse regioni:

  • le regioni oceaniche sono caratterizzate da piogge distribuite durante tutto l’anno e suoli con copertura vegetale continua
  • le regioni mediterranee sono caratterizzate da precipitazioni temporalesche che si verificano dopo una stagione secca; la copertura vegetale non è continua e degradata.

Le acque piovane che scorrono sulla superficie terrestre erodono i suoli e formano una serie di solchi di dimensioni diverse. In particolare:

  • se il versante è molto ripido e formato da rocce argillose, i solchi sono profondi e separati da creste, come nelle zone a calanchi degli Appennini;
  • se il terreno è formato da frammenti superficiali più grossi di quelli sottostanti, l’acqua forma dei solchi profondi intorno al masso più grosso. Con il tempo si formano le piramidi di terra che possono essere alte 20–30 metri, hanno la forma di un fungo con un cappello costituito da un grande masso e un gambo formato dal materiale compatto più fine. Possiamo osservare le piramidi di terra in luoghi particolari delle Alpi e presso il lago d’Iseo.

Regioni periglaciali
La frantumazione delle rocce avviene per opera dell’azione del gelo nelle zone adiacenti al Polo Nord. Fino a 30 metri di profondità il suolo è interessato dal congelamento, si rigonfia in superficie formando il permafrost.

 

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità