La cellula vivente

Nel 1665 Robert Hook esaminando una laminetta di sughero scoprì la cellula, cioè il mattone che costituisce gli “edifici” degli esseri pluricellulari, e che è un’entità estremamente complessa. Si trovano, infatti, al suo interno una quantità incredibile di strutture definite visibile al microscopio elettronico, strutture queste che svolgono attività biologiche e biochimiche particolari, che rendono la cellula un’”officina” vivente organizzata con incredibile perfezione. Una prova dell’evoluzione della cellula si può avere anche solo osservando al microscopio alcuni infusori (organismi composti da un’unica cellula). All’interno di questi organismi è, infatti, possibile osservare strutture complesse e organi simili ad altri esseri pluricellulari. In realtà si conosce già dal 1940, dopo l’invenzione del microscopio elettronico, un livello di vita molto meno complesso: il virus. Il virus, nonostante le sue dimensioni infinitesimali (centinai di milionesimi di millimetro) e la minor complessità rispetto agli infusori, contiene tuttavia un acido nucleico, nel quale si trova il suo patrimonio genetico, ossia le caratteristiche che lo definiscono. Questo acido nucleico è il cosiddetto DNA (acido desossiribonucleico) che sta alla base della vita e che permette la trasmissione dei caratteri ereditari. L’acido nucleico che si trova in molti virus è proprio lo stesso DNA, quello cioè che trasmette i caratteri ereditari di un organismo molto complesso come ad esempio quello dell’uomo. Certamente i virus non rappresentano la vita così come nacque sulla Terra, perché sono parassiti obbligati di cellule vegetali e animali. Essi però ci mostrano un ponte fra le normali sostanze chimiche e i viventi. Nel 1967 due scienziati americani, Arthur Kronberg e Mehran Goulian, sono riusciti a sintetizzare (cioè a costruire) in laboratorio il DNA e l’hanno unito a molecole proteiche estratte da virus. Come risultato hanno ottenuto un nuovo virus in grado di riprodursi. In questo modo si è toccato il punto dove la vita comincia.

Argomenti speciali

  • 5 febbraio 2010

    Vita in condizioni estreme

    Nel 2001 i ricercatori del Cnr e dell'Università di Napoli, Bruno D'Argenio e Giuseppe Geraci, docenti di geologia...

    15 marzo 2008

    Biodiversità

    Si parla tanto di biodiversità, e della necessità...

  • 18 maggio 2009

    Sauropodi

    Lunghi 40 metri e alti 17, pacifici ma immensi...

    4 marzo 2010

    Spazzini biotech

    Nella società moderna, più dell’80% delle attività dell’uomo sono strettamente legate...

  • 1 ottobre 2005

    Virus

    Virus è un’antica parola latina che significa veleno...

    15 febbraio 2008

    La rivelazione del DNA

    Più di mezzo secolo fa, il 25 aprile 1953 appare...

  • 5 febbraio 2010

    Vita in condizioni estreme

    Nel 2001 i ricercatori del Cnr e dell'Università di Napoli, Bruno D'Argenio e Giuseppe Geraci, docenti di geologia...

  • 15 marzo 2008

    Biodiversità

    Si parla tanto di biodiversità, e della necessità...

  • 18 maggio 2009

    Sauropodi

    Lunghi 40 metri e alti 17, pacifici ma immensi...

Dalla Mediateca

Curiosità