Vecchiaia

Cosa succede quando il carburante principale si sta esaurendo? La stella ha bruciato quasi tutto l’idrogeno disponibile per la fusione nucleare, che rappresenta circa un 10% del totale e il nucleo è composto quasi esclusivamente da elio inerte. La produzione di energia che prima bilanciava il collasso gravitazionale è ora insufficiente a contrastarlo e si rompe l’equilibrio. Anche se in un primo momento all’esterno della stella non si nota niente, il nucleo stellare comincia a contrarsi a causa della sua stessa massa, aumentando progressivamente densità e temperatura. Come prima conseguenza, le reazioni di fusione si propagano fuori dal nucleo ormai spento e coinvolgono un guscio sottile di idrogeno circostante. Lo spostamento verso l’esterno delle reazioni di fusione crea un aumento di pressione del gas delle regioni superficiali. Il risultato è che mentre il nucleo della stella si contrae, le zone esterne si espandono, raffreddandosi perché la stessa quantità di calore ora si disperde su una superficie maggiore. Abbiamo già detto che la temperatura superficiale di una stella è correlata al suo colore e che più una stella è fredda più il suo colore tende al rosso. Ecco quindi che mentre si gonfia l’astro si arrossa, entrando nella fase evolutiva nota con il nome di gigante rossa. Le giganti rosse possono avere diametri dalle 50 alle 2000 volte più grandi di quello del Sole e possono essere anche 3 volte più fredde della nostra stella.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità

  • I neutrini

    I neutrini sono particelle neutre ed estremamente leggere...

  • La coda delle comete

    Le comete sono “palle di neve sporca” che passano...

  • Pianeta nano

    L'astronomia, come tutte le discipline scientifiche...