L’interno della Terra

La Terra è un corpo sferico formato al suo interno da più strati di vario spessore (crosta, mantello, nucleo esterno e nucleo interno). Il passaggio da uno strato ad un altro è identificato da superfici di discontinuità:

  • la crosta è divisa dal mantello a circa 30-40 chilometri di profondità dalla discontinuità di Mohorovicic o Moho;
  • il mantello è diviso dal nucleo esterno a circa 2900 chilometri di profondità dalla discontinuità di Gutenberg;
  • il nucleo esterno è diviso dal nucleo interno a circa 5100 chilometri di profondità dalla discontinuità di Lehmann.

La crosta
La crosta è lo strato più esterno della Terra e si distingue in crosta terrestre e oceanica. La crosta dei continenti ha uno spessore medio di 40 chilometri ed è costituita da rocce magmatiche (graniti) e metamorfiche. Lo strato superficiale dei continenti è ricoperto per la maggior parte da rocce sedimentarie. La crosta oceanica ha uno spessore minore, che misura circa 6-8 chilometri ed è formata da rocce ignee di tipo diverso. Infatti troviamo un primo strato di basalti e al di sotto i gabbri e le rocce metamorfiche; anche la superficie della crosta oceanica è ricoperta da sedimenti.
Il mantello
Il mantello è uno strato costituito prevalentemente da rocce magmatiche (peridotite) più dense dei gabbri e dei basalti che formano la crosta. I minerali che compongono questa roccia sono prevalentemente l’olivina e i pirosseni. In questo strato la velocità e la direzione delle onde sismiche subiscono dei cambiamenti improvvisi che ci permettono di capire che le rocce non sono sempre allo stato solido. Ricordiamoci che il magma si origina ad una profondità di circa 100 chilometri.  Infatti, nello spessore compreso tra i 70 e 200 chilometri di profondità (immediatamente sotto la crosta) si pensa che ci possa essere materiale roccioso fuso.
Il nucleo
Sempre in base al comportamento delle onde sismiche, si ipotizza che il nucleo esterno sia formato da rocce fuse, perché manifesta le caratteristiche di un liquido. Si pensa che sia ricco di ferro mescolato a silicio e altri metalli come il nichel. Il nucleo interno, invece, si comporta come un solido, in modo rigido ed elastico: sembra costituito da rocce allo stato solido.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità