Mattoni e ceramiche

Le argille vengono utilizzate come materie prime in diverse produzioni industriali, in particolare nella produzione delle ceramiche e dei laterizi (essenzialmente mattoni, tegole e mattonelle).
Assai importanti dal punto di vista economico sono pure le bentoniti, argille particolari prodotte dall’alterazione di depositi di ceneri vulcaniche in ambiente lacustre. Queste vengono utilizzate nei lavori di perforazione del suolo (in quanto sono in grado di sostenere le pareti del foro), per la costruzione di stampi da fusione nelle fonderie, oppure nel processo di cracking del petrolio come catalizzatori.
Un altro gruppo di argille importanti economicamente sono le “fire-clay”, utilizzate nella costruzione di prodotti ceramici refrattari, ovvero materiali che resistono a temperature molto alte (superiori ai 1500°C) senza alcuna alterazione di forma e volume.
Le argille sono utilizzate anche in molte altre produzioni: nell’industria cartaria come materia prima per la patinatura della carta, nella fabbricazione degli insetticidi, della gomma, del lineolum e delle vernici.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità