Impatti e tutela dell’aria

L’energia è elemento indispensabile per garantire il benessere e lo sviluppo del pianeta. Senza un regolare afflusso d’energia, città, industrie, trasporti e infrastrutture si fermerebbero. Peraltro, la crescita delle economie e dei consumi mondiali nel XX secolo si è finora basata principalmente sullo sfruttamento dei combustibili fossili: prima carbone, poi petrolio e gas naturale. Queste fonti energetiche non sono però rinnovabili, ma destinate in futuro ad esaurirsi. Inoltre queste fonti energetiche emettono sostanze inquinanti durante la combustione, anche se in quantità molto diverse a seconda del combustibile utilizzato.
Tra le più importanti sostanze si possono ricordare gli ossidi di carbonio (COx), gli ossidi di zolfo (SOx), gli ossidi di azoto (NOx), i composti organici volatili (COV) e i particolati solidi totali (PST).
Questi inquinanti possono provocare danni alla salute umana e all’ambiente se superano determinate concentrazioni nell’aria. Tra questi vi sono l’effetto serra, le piogge acide, l’inquinamento dell’aria causato dal traffico nelle città, tutti problemi gravi di cui molto discutono gli esperti e i mezzi di informazione ma a cui, molto spesso, non si è ancora riusciti a dare una soluzione.
La volontà di salvaguardare l’ambiente, le crisi petrolifere degli anni Settanta e Ottanta e l’attuale ascesa del prezzo del petrolio hanno indotto i governi di molti paesi industrializzati a incentivare sempre più lo sviluppo di fonti di energia alternative a quelle oggi dominanti. Nonostante questi incentivi e la rapidità del progresso scientifico e tecnologico, si prevede che queste fonti possano coprire quote significative dei consumi energetici solo fra molti anni.
Pertanto, nel breve e medio periodo, la maggior parte dell’energia necessaria all’uomo sarà probabilmente ancora fornita dalle fonti fossili tradizionali (soprattutto petrolio e gas naturale). E’ necessario, comunque, che l’uomo impari a utilizzare in modo ancora più efficiente l’energia prodotta dai combustibili fossili (riducendo gli sprechi e aumentando il rendimento energetico dei diversi processi produttivi) e ricerchi e applichi tecnologie che consentono di ridurre le emissioni in aria di inquinanti provocate dalla loro combustione.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

  • energia

    Domanda mondiale di energia primaria nel 2013

    Guarda

    energia

    Durata delle riserve mondiali di combustibili fossili

    Guarda

    energia

    Produzione di energia elettrica in Italia

    Guarda
  • energia

    Italia: produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (2014)

    Guarda

    energia

    Consumi primari di energia in Italia

    Guarda

    energia

    Italia: consumi primari di energia per fonte nel 2014 (%)

    Guarda
  • energia

    Consumi finali di energia in Italia

    Guarda

    energia

    Consumi finali di energia per fonte in Italia

    Guarda

    energia

    Produzione di rifiuti pro capite in Europa, anno 2017

    Guarda
  • energia

    Domanda mondiale di energia primaria nel 2013

    Guarda

    energia

    Durata delle riserve mondiali di combustibili fossili

    Guarda
  • energia

    Produzione di energia elettrica in Italia

    Guarda

    energia

    Italia: produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (2014)

    Guarda
  • energia

    Consumi primari di energia in Italia

    Guarda

    energia

    Italia: consumi primari di energia per fonte nel 2014 (%)

    Guarda
  • energia

    Domanda mondiale di energia primaria nel 2013

    Guarda
  • energia

    Durata delle riserve mondiali di combustibili fossili

    Guarda
  • energia

    Produzione di energia elettrica in Italia

    Guarda

Curiosità