Come si trasporta

Oltre a dover essere prodotto, l’idrogeno deve essere trasportato e conservato nei luoghi di consumo. Queste attività si rivelano particolarmente difficoltose, a causa delle caratteristiche di questo gas. Esso, infatti, è infiammabile, poco denso e si disperde nell’aria con molta facilità.
La conservazione e il trasporto sono quindi aspetti che rendono ancora difficile l’utilizzo dell’idrogeno su vasta scala. Negli ultimi anni sono stati studiati e messi a punto diversi sistemi di stoccaggio sempre più efficienti e adatti a tutte le applicazioni.
L’idrogeno può essere accumulato e trasportato in forma gassosa, liquida oppure adsorbito su materiali speciali; ogni forma presenta aspetti favorevoli e svantaggi e tutte, se pur in gran parte già utilizzate, richiedono significativi sforzi di ricerca e sviluppo per un impiego su larga scala affidabile e economicamente competitivo (quindi, per esempio, per costruire una rete adeguata per il rifornimento degli autoveicoli).

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità