Impatti e tutela dell’aria

L’estrema versatilità fa del metano uno dei combustibili più facili da usare, mentre la scarsa presenza di elementi inquinanti ne fa un combustibile “a basso impatto ambientale”. Bruciando, il metano produce comunque anidride carbonica e ossidi di azoto (NOx), ma in misura minore rispetto agli altri combustibili. Inoltre, il carbone e i derivati del petrolio producono anche ossidi di zolfo e anidride solforosa (SO2), altri due inquinanti dannosi per l’uomo e l’ambiente. A volte il gas naturale può anche essere bruciato insieme a carbone o petrolio (si parla di co-firing): questo processo può ridurre significativamente le emissioni di SO2 e NOx.
Per quanto riguarda, in particolare, l’anidride carbonica, l’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA) ha valutato che, a parità di energia prodotta, le emissioni di anidride carbonica provocate dalla combustione del metano sono inferiori del 25% e del 40% rispetto a quelle prodotte dalla combustione dei derivati del petrolio e del carbone.
Infine, il metano ha il vantaggio di essere quasi “invisibile” sia in fase di trasporto terrestre che, soprattutto, di distribuzione nelle città (è trasportato dentro tubi interrati e solo le centrali di pompaggio sono a livello suolo), un pregio che poche altre fonti energetiche possono vantare.
Inoltre, presentandosi allo stato gassoso a temperatura ambiente (20 gradi centigradi), in caso di perdite durante il trasporto, si disperde nell’aria e non sporca né inquina le acque e il suolo.
Il metano può essere però dannoso per l’ambiente se si disperde allo stato naturale perché è uno dei cosiddetti “gas serra”. Ovvero, una volta raggiunta la parte più alta dell’atmosfera si ferma e vi rimane per molti anni, contribuendo a formare quello strato di gas che, impedendo al calore solare riflesso dalla terra di disperdersi, provoca l’innalzamento della temperatura terrestre (“effetto serra” per l’appunto). Per questo motivo è importante che il metano sia trasportato riducendone al minimo, se non azzerandone, le perdite: oltre allo spreco di una risorsa preziosa, infatti, si corre il rischio di contribuire a un fenomeno potenzialmente pericoloso per l’umanità.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

  • energia

    Riserve di gas naturale al 2017

    Guarda

    energia

    Principali Paesi produttori di gas naturale nel 2017

    Guarda

    energia

    Mappa delle risorse di gas naturale nel mondo

    Guarda
  • energia

    Gasdotto in costruzione

    Guarda

    energia

    Pipeline sotterranea

    Guarda

    energia

    Esportazioni di gas naturale, primi 10 Paesi (2017)

    Guarda
  • energia

    Consumi di gas naturale in Italia

    Guarda

    energia

    La ricerca dei giacimenti

    Guarda il video

    energia

    Estrazione del gas

    Guarda
  • energia

    Riserve di gas naturale al 2017

    Guarda

    energia

    Principali Paesi produttori di gas naturale nel 2017

    Guarda
  • energia

    Mappa delle risorse di gas naturale nel mondo

    Guarda

    energia

    Gasdotto in costruzione

    Guarda
  • energia

    Pipeline sotterranea

    Guarda

    energia

    Esportazioni di gas naturale, primi 10 Paesi (2017)

    Guarda
  • energia

    Riserve di gas naturale al 2017

    Guarda
  • energia

    Principali Paesi produttori di gas naturale nel 2017

    Guarda
  • energia

    Mappa delle risorse di gas naturale nel mondo

    Guarda

Curiosità

  • 14 giugno 2011

    Qualche curiosità sugli idrati di metano

    Non solo energia La fusione delle celle di ghiaccio, oltre a liberare metano gassoso, produce anche un'altra importante sostanza: acqua…

  • 2 marzo 2011

    L’Orimulsion

    Con lo scopo di migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento...

  • Le operazioni di cracking

    Al termine della distillazione frazionata, lunghe molecole di idrocarburi possono...