Foresta decidua

A sud della taiga troviamo la foresta temperata a latifoglie o foresta decidua, che si estende per gran parte dell’Europa, della Cina e degli Stati Uniti, occupando circa il 5 % delle terre emerse. L’aggettivo deciduo deriva dal latino de cadere e si riferisce al fatto che le piante perdono le foglie durante la stagione fredda: sono piante caducifoglie. In queste aree, le stagioni presentano differenze di temperatura molto accentuate: caldo umido in estate e freddo in inverno. La caduta delle foglie durante l’inverno serve per evitare un’inutile perdita di acqua per traspirazione. Il clima è caratterizzato da una caduta di pioggia di circa 300-1200 mm, distribuita regolarmente durante tutto l’anno; non c’è una stagione secca. L’estate generalmente dura dai 4 ai 6 mesi ed è molto produttiva per la vegetazione, mentre in inverno la maggior parte delle piante interrompe la propria crescita. Gli inverni sono comunque più miti rispetto a quelli delle latitudini più elevate: anche nelle giornate più fredde le minime giornaliere mediamente non scendono mai al di sotto di -2°C.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità