Un po’ di storia: l’energia eolica

L’uomo ha imparato a sfruttare l’energia cinetica del vento migliaia d’anni fa. La navigazione a vela risale, infatti, ad almeno diecimila anni fa, mentre i primi mulini a vento, di cui sono state trovate le tracce, sono persiani e risalgono al 200 a.C. Erano costruiti in modo molto semplice, con vele fissate a telai di legno. Nei secoli seguenti i mulini a vento si diffusero in tutto il Medio Oriente, diventando una macchina d’uso corrente in agricoltura.
Poi, tra il 1200 e il 1300 trovarono impiego anche in Europa, soprattutto nei paesi del Nord. Lo stesso Leonardo Da Vinci contribuì all’evoluzione di queste macchine.
Intorno al 1600 furono introdotte tecnologie più raffinate: furono perfezionati i profili delle pale e rese più aerodinamiche le pale per meglio sfruttare la forza del vento.
Nell’Encyclopedie di Diderot e D’Alambert, scritta alla fine del ‘700, se ne trova una raffigurazione. A quei tempi, l’energia eolica non veniva utilizzata per macinare granaglie, ma soprattutto per prosciugare terreni allagati.
L’invenzione della dinamo, da parte del belga Gramme, nella metà del diciannovesimo secolo, aprì nuovi orizzonti all’utilizzo dell’energia idraulica ed eolica e nel 1887 il francese Duc de La Peltrie costruì il primo aerogeneratore realizzato in Europa e destinato alla produzione di energia elettrica: iniziava così lo sfruttamento dell’energia eolica per l’industria. Nel medesimo periodo anche gli Stati Uniti realizzavano il primo “mulino a vento” per produrre elettricità (Charles Brush, Ohio, 1890).
La produzione di energia elettrica da energia eolica si è poi sviluppata tra il 1920 e il 1930, in seguito all’evoluzione di turbine per la trasformazione dell’energia idraulica.
Infine, la crisi petrolifera del 1973 ha fatto rinascere l’interesse per le fonti energetiche rinnovabili, tra cui quella eolica, che in certi casi si dimostra competitiva con i combustibili fossili. I mulini moderni sono molto più veloci ed efficienti di quelli d’inizio secolo. Hanno un minor numero di pale e riescono a raggiungere velocità anche cinque volte superiori a quella del vento, con una produzione di energia doppia rispetto ai mulini tradizionali.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

  • energia

    Capacità eolica installata nel mondo per Paese nel 2017

    Guarda

    energia

    Produzione impianti eolici in Italia

    Guarda

    energia

    L’aerogeneratore

    Guarda
  • energia

    Potenza eolica installata in Europa nel 2017

    Guarda

    energia

    Costruzione di un generatore eolico

    Guarda

    energia

    Energia elettrica dal vento

    Guarda
  • energia

    Energia meccanica

    Guarda

    energia

    Generatore ad asse verticale

    Guarda

    energia

    Il “frullatore”

    Guarda
  • energia

    Capacità eolica installata nel mondo per Paese nel 2017

    Guarda

    energia

    Produzione impianti eolici in Italia

    Guarda
  • energia

    L’aerogeneratore

    Guarda

    energia

    Potenza eolica installata in Europa nel 2017

    Guarda
  • energia

    Costruzione di un generatore eolico

    Guarda

    energia

    Energia elettrica dal vento

    Guarda
  • energia

    Capacità eolica installata nel mondo per Paese nel 2017

    Guarda
  • energia

    Produzione impianti eolici in Italia

    Guarda
  • energia

    L’aerogeneratore

    Guarda

Curiosità