Trombe d’aria

Analoghe ai tornado, ma di dimensioni e energia decisamente più contenute sono le trombe d’aria. Quando evolvono da nubi temporalesche, si comportano come piccoli tornado e sono abbastanza distruttive. Trombe d’aria chiamate anche vortici di polvere, di dimensioni più piccole e di minor energia, si formano di solito in condizioni di aria molto calda e secca, nelle zone desertiche o di pianura e non sono associate a manifestazioni nuvolose o a precipitazioni. Si tratta di vortici innescati da fenomeni convettivi dovuti a forte riscaldamento al suolo. Trombe d’aria “secche” di questo tipo sono molto comuni nel SW degli Stati Uniti, dove in genere sono di dimensioni contenute e non provocano danni. Un gioco comune tra i bambini americani di queste zone è tentare di rincorrere la tromba d’aria e entrare all’interno del vortice: non appena vi riescono, il processo convettivo si interrompe e la tromba d’aria svanisce.
Trombe marine
Quando un tornado o una tromba d’aria passano sopra una massa d’acqua (il mare, ma anche un lago) si parla di trombe d’acqua o trombe marine. Di solito, si esauriscono immediatamente non appena toccano la terraferma, ma in alcuni casi possono addentrarsi per parecchi chilometri nell’entroterra. Il vortice risucchia aria ed acqua al suo passaggio, per cui le sue pareti sono costituite da un “muro”d’acqua in rapida rotazione: in questo caso si può verificare il curioso fenomeno della pioggia di pesci, rane, e altri animali acquatici che la tromba ha raccolto sul suo percorso e che vengono abbandonati bruscamente quando il fenomeno si esaurisce.

Argomenti speciali

  • 7 novembre 2008

    I fulmini

    L'uomo ha sempre temuto i fulmini, tanto da...

    11 dicembre 2013

    Tempeste perfette: tifoni, uragani e cicloni

    Cosa è successo nelle Filippine e in Sardegna?...

    7 luglio 2010

    Che tempo che fa

    In una bella giornata estiva di sole è possibile organizzare...

  • 7 gennaio 2006

    Nell’occhio del ciclone

    Numerosi studi confermano che il riscaldamento atmosferico...

    15 aprile 2007

    Clima e dinastie

    Altro che Attila. Il vero flagello che ha causato...

    29 aprile 2014

    Che clima fa?

    Le ultime notizie del Quinto Rapporto di Valutazione (1° parte)...

  • 30 maggio 2014

    Ultime dal clima

    Le notizie più importanti dal Quinto Rapporto di Valutazione (2°parte)

    23 ottobre 2013

    Carbon Footprint

    Un'impronta molto speciale...

    10 maggio 2008

    Bioindicatori ambientali

    La ricerca ecologica è sempre più orientata verso la valutazione della qualità dell’ambiente e delle sue risorse.

Dalla Mediateca

Curiosità

  • Il tempo sul Mediterraneo

    Il tempo sulle regioni del Mediterraneo è in genere associato...

  • 3 marzo 2011

    Che caldo!

    Quando avvertiamo la sensazione di caldo opprimente, in genere...

  • 16 maggio 2011

    Il mago del tempo

    Da sempre il grande sogno dell'uomo è stato quello di...