La pressione atmosferica

In ogni punto della Terra, la pressione atmosferica è pari al peso della colonna d’aria che “pesa” sulla superficie terrestre. Questo è vero a qualsiasi quota, ma il 99% della massa dell’atmosfera è concentrata nei primi 32 km.
Le variazioni di pressione a livello del mare non superano di solito il 4% del valore medio normale (che è di 1013 millibar): valori più bassi (fino a 900 millibar) si possono registrare nell’occhio di cicloni tropicali. Se si eccettuano piccole variazioni locali, la densità e la pressione atmosferiche descrescono verso l’alto seguendo una curva esponenziale fino a una quota di circa 100 km, dove raggiungono un valore pari a un milionesimo del valore al livello del mare.
La pressione atmosferica non è distribuita uniformemente nell’atmosfera, perchè dipende da diversi fattori, tra i quali la temperatura (l’aria calda si dilata ed è quindi più leggera) e dall’umidità (poichè il vapore acqueo è più leggero dell’aria, l’aria umida è più leggera di quella secca). La pressione atmosferica risulta perciò più elevata nelle regioni polari, dove l’aria è più fredda e più secca, e meno elevata nelle regioni equatoriali, dove le temperature e l’umidità dell’aria sono più elevate. La pressione atmosferica subisce inoltre variazioni giornaliere comparabili al fenomeno delle maree.
L’unità di misura della pressione atmosferica
A livello del mare, la densità dell’aria è di circa 1,3 g/dm3 e decresce esponenzialmente con la quota. Sempre a livello del mare, la pressione atmosferica, e quindi il peso dell’aria soprastante, è pari a 1.033 g/cm2. Questo peso equivale alla pressione di 1 atmosfera (atm), cioè al peso di una colonnina di mercurio alta 760 mm e della sezione di 1 cm2. In meteorologia, questa unità “storica” di misura della pressione non viene più utilizzata. Il millibar (mb) è l’unità normalmente utilizzata e corrisponde ad una forza di 1.000 dine/cm2: una dina è la forza che applicata ad una massa di 1g produce un’accelerazione di 1cm/sec2. Un milione di dine/cm2 corrisponde a una baria, e il millibar, a sua volta, è la millesima parte di una baria. Recentemente, con l’adozione nel 1974 del Sistema Internazionale, la pressione andrebbe, più correttamente, espressa in Pascal (Pa). 1 Pa corrisponde a 1Newton/m2, 1 atm è pari a 100.000 Pa, ovvero a 1.013 millibar: poichè il Pascal è un’unità troppo piccola, in meteorologia si usano gli ettoPascal (hPa), pari a 100 Pa.

 

Argomenti speciali

  • 7 novembre 2008

    I fulmini

    L'uomo ha sempre temuto i fulmini, tanto da...

    7 luglio 2010

    Che tempo che fa

    In una bella giornata estiva di sole è possibile organizzare...

    11 dicembre 2013

    Tempeste perfette: tifoni, uragani e cicloni

    Cosa è successo nelle Filippine e in Sardegna?...

  • 7 gennaio 2006

    Nell’occhio del ciclone

    Numerosi studi confermano che il riscaldamento atmosferico...

    15 aprile 2007

    Clima e dinastie

    Altro che Attila. Il vero flagello che ha causato...

    29 aprile 2014

    Che clima fa?

    Le ultime notizie del Quinto Rapporto di Valutazione (1° parte)...

  • 30 maggio 2014

    Ultime dal clima

    Le notizie più importanti dal Quinto Rapporto di Valutazione (2°parte)

    23 ottobre 2013

    Carbon Footprint

    Un'impronta molto speciale...

    10 maggio 2008

    Bioindicatori ambientali

    La ricerca ecologica è sempre più orientata verso la valutazione della qualità dell’ambiente e delle sue risorse.

Dalla Mediateca

Curiosità

  • Il tempo sul Mediterraneo

    Il tempo sulle regioni del Mediterraneo è in genere associato...

  • 3 marzo 2011

    Che caldo!

    Quando avvertiamo la sensazione di caldo opprimente, in genere...

  • 16 maggio 2011

    Il mago del tempo

    Da sempre il grande sogno dell'uomo è stato quello di...