Quando “nacque” l’effetto serra

Nel 1824 lo scienziato francese Jean Baptiste Fourier, famoso per alcune scoperte nel campo della fisica e della matematica, fu il primo a parlare di “effetto serra” e a misurarlo con l’eliotermometro. Secondo questo fenomeno l’atmosfera si comporta come il vetro di una serra, cioè è “trasparente” alla radiazione solare che proviene dal Sole, mentre è parzialmente “opaca” a quella termica emessa dalla superficie terrestre. L’effetto serra è quindi un fenomeno naturale e sussiste sempre sui corpi celesti che possiedono un’atmosfera. Il vero problema quindi è dato dalla composizione dell’atmosfera che può aumentare o diminuire gli effetti. Il chimico svedese Svante Arrehenius nel 1895, dopo circa centocinquant’anni dalla Rivoluzione Industriale, concluse dopo molti calcoli che l’incremento dell’anidride carbonica (CO2) nell’atmosfera, avrebbe condotto negli anni ad un riscaldamento globale del Pianeta. Nel 1955 Charles Keeling confermò che i livelli di anidride carbonica stavano davvero salendo, tanto che tre anni dopo nelle Isole Hawaii, si iniziò a misurare sistematicamente la concentrazione di questo gas con la costruzione di un vero osservatorio. Alla fine degli anni ’80 viene istituito il comitato di esperti delle Nazioni Unite chiamato IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) per vagliare e sintetizzare i risultati ottenuti dalle varie ricerche.

Argomenti speciali

  • 29 aprile 2014

    Che clima fa?

    Le ultime notizie del Quinto Rapporto di Valutazione (1° parte)...

  • 30 maggio 2014

    Ultime dal clima

    Le notizie più importanti dal Quinto Rapporto di Valutazione (2°parte)

  • 23 ottobre 2013

    Carbon Footprint

    Un'impronta molto speciale...

Dalla Mediateca

  • aria

    Effetto serra casalingo

    Guarda

    ecosistemi

    Il disboscamento

    Guarda

    aria

    L’albedo

    Guarda
  • aria

    Scenari Quinto Rapporto sul clima

    Guarda

    aria

    Iceberg, banchise e ghiacciai

    Guarda

    aria

    Innalzamento medio del livello del mare, 2010-2100

    Guarda
  • aria

    La desertificazione

    Guarda

    aria

    Salviamo l’aria

    Ascolta

    aria

    CO2 e temperatura negli ultimi 400.000 anni

    Guarda
  • aria

    Effetto serra casalingo

    Guarda

    ecosistemi

    Il disboscamento

    Guarda
  • aria

    L’albedo

    Guarda

    aria

    Scenari Quinto Rapporto sul clima

    Guarda
  • aria

    Iceberg, banchise e ghiacciai

    Guarda

    aria

    Innalzamento medio del livello del mare, 2010-2100

    Guarda

Curiosità

  • 24 febbraio 2011

    Che fine fa il permafrost

    Nelle regioni subartiche svedesi, alcuni scienziati hanno studiato i cambiamenti...

    23 febbraio 2012

    Alberi “mangia” CO2

    Un faggio di 100 anni “mangia” 2,5 kg di CO2 ogni ora...

  • 3 marzo 2011

    Che caldo!

    Quando avvertiamo la sensazione di caldo opprimente, in genere...

    13 maggio 2011

    Esplorazioni dell’aria

    Per acquisire una visione tridimensionale dell'atmosfera, occorre fare osservazioni..

  • 7 aprile 2011

    Il tempo sul Mediterraneo

    Il tempo sulle regioni del Mediterraneo è in genere associato...

    16 maggio 2011

    Il mago del tempo

    Da sempre il grande sogno dell'uomo è stato quello di...

  • 24 febbraio 2011

    Che fine fa il permafrost

    Nelle regioni subartiche svedesi, alcuni scienziati hanno studiato i cambiamenti...

  • 23 febbraio 2012

    Alberi “mangia” CO2

    Un faggio di 100 anni “mangia” 2,5 kg di CO2 ogni ora...

  • 3 marzo 2011

    Che caldo!

    Quando avvertiamo la sensazione di caldo opprimente, in genere...