Il teleriscaldamento

Un sistema di teleriscaldamento si compone di una rete di trasporto e di una centrale di produzione del calore, messi entrambi al servizio contemporaneamente di più edifici. La centrale di teleriscaldamento può utilizzare tecnologie cogenerative e/o fonti rinnovabili.
Gli impianti
Il calore che viene distribuito con i sistemi di teleriscaldamento urbano deriva da impianti a produzione semplice (solo calore) e a produzione combinata (calore + energia elettrica). Alla prima tipologia di impianti appartengono le caldaie per produzione di calore in forma di vapore, acqua calda, acqua surriscaldata, olio. Gli impianti a produzione combinata, invece, sono gli impianti di cogenerazione che nella pratica attuale possono essere alimentati da un ciclo a vapore con motori a combustione interna, con turbine a gas, a ciclo combinato. La rete di distribuzione è la parte più costosa dell’impianto di teleriscaldamento: si stima che il suo costo possa incidere sull’investimento complessivo per una quota compresa tra il 50% e l’80%. Il sistema di distribuzione può utilizzare diversi tipi di fluidi: la tendenza in Italia è quella di utilizzare acqua calda (80-90 gradi centigradi) o leggermente surriscaldata (110-120 gradi centigradi).
La distribuzione del calore
Il sistema di distribuzione può essere diretto o indiretto. Nel primo caso, un unico circuito idraulico collega la centrale di produzione con il corpo scaldante (termosifone o piastra) dell’utente. Viceversa, nel secondo caso, sono presenti due circuiti separati, mantenuti in contatto attraverso uno scambiatore di calore. Il sistema diretto comporta un minore investimento e minori perdite di calore.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

  • energia

    Produzione mondiale di etanolo e biodiesel

    Guarda

    energia

    Produzione di biogas

    Guarda

    energia

    Girasoli

    Guarda
  • energia

    Italia: evoluzione degli impianti a bioenergie

    Guarda

    energia

    Italia: numero impianti a bioenergie per categoria nel 2016

    Guarda

    energia

    Italia: potenza impianti a bioenergie per categoria nel 2016

    Guarda
  • energia

    Italia: produzione da bioenergie per categoria nel 2016

    Guarda

    energia

    Numero impianti a bioenergie per regione in Italia (2016)

    Guarda

    energia

    Potenza degli impianti a bioenergie per regione in Italia (2016)

    Guarda
  • energia

    Produzione mondiale di etanolo e biodiesel

    Guarda

    energia

    Produzione di biogas

    Guarda
  • energia

    Girasoli

    Guarda

    energia

    Italia: evoluzione degli impianti a bioenergie

    Guarda
  • energia

    Italia: numero impianti a bioenergie per categoria nel 2016

    Guarda

    energia

    Italia: potenza impianti a bioenergie per categoria nel 2016

    Guarda

Curiosità

  • 16 maggio 2011

    Depurare con le piante

    Un interessante progetto è quello intrapreso dalla Regione Lombardia...

  • Idrogeno dalla biomassa

    L’idrogeno è un vettore energetico che permette di generare...

  • 2 marzo 2011

    Torba e torbiere

    La torbiera è un ecosistema costituito da paludi nelle quali la materia organica...