Formazione delle nubi

La formazione delle nubi è, in apparenza, un processo molto semplice, dovuto alla condensazione dell’umidità atmosferica in gocce d’acqua, ma nella realtà si tratta di un processo complesso, in cui entrano diversi fattori e diversi meccanismi. Tutti i processi hanno comunque alla base l’ascesa di una massa d’aria umida e il successivo raffreddamento fino al punto di rugiada.
In questo processo una massa d’acqua o l’umidità del suolo evaporano per azione della radiazione solare e si forma un volume d’aria calda e umida che lentamente inizia a salire, essendo l’aria calda e umida più leggera di quella circostante. Salendo, per effetto della riduzione di pressione che fa espandere la massa d’aria e a causa della riduzione di temperatura dovuta alla quota crescente, la massa d’aria si raffredda fino a raggiungere il punto di rugiada: la massa d’aria è satura di vapore d’acqua e questo condensa in piccole gocce d’acqua allo stato liquido. La nube è la manifestazione visibile di questo processo. Il processo di condensazione è facilitato se sono presenti particelle e impurità che possano fungere da nuclei di condensazione, sui quali le piccole gocce si depositano. In mancanza di queste, la massa d’aria può diventare sovrassatura di vapor d’acqua.

Argomenti speciali

  • 11 dicembre 2013

    Tempeste perfette: tifoni, uragani e cicloni

    Cosa è successo nelle Filippine e in Sardegna?...

    29 aprile 2020

    I fulmini

    L'uomo ha sempre temuto i fulmini, tanto da ritenerli, in passato, manifestazioni della collera degli dei

    20 gennaio 2012

    Da Rio a Rio+20

    The future we want

  • 29 gennaio 2013

    Rio+20: il futuro che vogliamo?

    La chiusura della conferenza mondiale sullo sviluppo sostenibile

    29 aprile 2014

    Che clima fa?

    Le ultime notizie del Quinto Rapporto di Valutazione (1° parte)...

    30 maggio 2014

    Ultime dal clima

    Le notizie più importanti dal Quinto Rapporto di Valutazione (2°parte)

  • 23 ottobre 2017

    Carbon Footprint

    Un'impronta molto speciale...

    27 marzo 2012

    Rio e le Convenzioni

    La risposta della comunità internazionale al cambiamento climatico

    29 aprile 2020

    I fulmini

    L'uomo ha sempre temuto i fulmini, tanto da ritenerli, in passato, manifestazioni della collera degli dei

Dalla Mediateca

Curiosità

  • 3 marzo 2011

    Che caldo!

    Quando avvertiamo la sensazione di caldo opprimente, in genere...

    Cielo azzurro

    In assenza di nubi, il colore del cielo di giorno ci appare azzurro: più intenso allo Zenit...

  • 7 aprile 2011

    I satelliti meteorologici GOES

    I satelliti GOES (Geostationary Operational Environment Satellite) appartengono al programma...

    I satelliti europei METEOSAT

    Il primo satellite meteorologico europeo fu lanciato nel...

  • 13 maggio 2011

    I satelliti meteorologici

    Le osservazioni meteorologiche da satellite sono attualmente i sistemi più all'avanguardia...

    7 aprile 2011

    Il tempo sul Mediterraneo

    Il tempo sulle regioni del Mediterraneo è in genere associato...

  • 3 marzo 2011

    Che caldo!

    Quando avvertiamo la sensazione di caldo opprimente, in genere...

  • Cielo azzurro

    In assenza di nubi, il colore del cielo di giorno ci appare azzurro: più intenso allo Zenit...

  • 7 aprile 2011

    I satelliti meteorologici GOES

    I satelliti GOES (Geostationary Operational Environment Satellite) appartengono al programma...