Quanta carne mangiamo?

I consumi odierni di carne sono cresciuti molto rispetto al passato: la FAO ha calcolato che siano aumentati globalmente di quasi il 400% rispetto al 1961. Oggi nei paesi industrializzati il consumo di carne pro capite è di circa 80 kg. In Europa nel 2002 sono stati consumati 74,3 kg pro capite di carne, ma in Italia si è superata la media europea con 90,4 kg di carne consumata pro capite!  Globalmente il consumo di carne è destinato a crescere ancora, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, dove i redditi sono in costante aumento e i 30 kg di carne pro-capite che si consumano oggi diventeranno 36 kg nel 2020.
La Cina invece aumenterà il suo consumo di carne del 55% rispetto al 1993, raggiungendo i 73 kg pro capite.
Quanto a noi, paesi industrializzati, i consumi cresceranno fino a toccare complessivamente i 90 kg pro capite l’anno. Come abbiamo visto, la produzione di carne, uova, latte e formaggi può generare forti impatti sull’ambiente e non sempre tutela il benessere degli animali, soprattutto se questi sono allevati in modo intensivo e industriale. Per capire, in qualità di “consumatori”, come scegliere prodotti meno dannosi per l’ambiente e per la propria salute occorre pensare ai diversi attori coinvolti nella filiera della produzione animale e individuare quali strumenti essi hanno a disposizione produrre in modo più sostenibile. I consumatori, infine, possono diminuire il proprio consumo di carne e ad attuare delle scelte d’acquisto sostenibili.

Argomenti speciali

Dalla Mediateca

Curiosità