dcsimg

pubblicato il 9 ottobre 2021 in la vita

Giornata Mondiale degli Uccelli Migratori

La Giornata Mondiale degli Uccelli Migratori (World Migratory Bird Day) rappresenta un’occasione per sensibilizzare sul tema della conservazione degli uccelli migratori e dei loro habitat. La ricorrenza, voluta dalle Nazioni Unite, si festeggia due volte l’anno (il secondo sabato di maggio e di ottobre) a sottolineare la ciclicità delle lunghe traversate che compiono gli uccelli migratori lungo i corridoi aerei che collegano i continenti. Gli uccelli migratori sono quei volatili che periodicamente compiono migrazioni in cerca di cibo, clima migliore o delle condizioni ideali per riprodursi. La Giornata Mondiale degli Uccelli Migratori è stata istituita nel 2006 dall’Unep, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, ed ha lo scopo di sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sull’importanza della salvaguardia degli uccelli migratori e dei loro habitat naturali.

I cambiamenti climatici e l’inquinamento mettono sempre più a rischio le specie di volatili migratori. La cooperazione internazionale svolge un ruolo cruciale per garantire la salvaguardia degli uccelli migratori e dei territori che sorvolano. Il tema di quest’anno è “Canta, vola, spiega le tue ali – come un uccello!”. Si tratta di una metafora – tutti noi dobbiamo lanciare un appello per la salvaguardia degli uccelli migratori –, ma anche di un invito a riconnettersi con la natura, ascoltando il canto degli uccelli oppure osservandoli nel loro habitat, ovunque ci si trovi.

Per poter approfondire la conoscenza del popolo dei cieli, in occasione della giornata a loro dedicata, le oasi Wwf organizzano attività e visite guidate nelle proprie oasi, rifugio di migliaia di uccelli migratori.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006