dcsimg

pubblicato il 4 settembre 2021 in la vita

Alberi a rischio estinzione

E’ ben nota quanto siano importanti gli alberi per la vita: forniscono ossigeno attraverso la fotosintesi clorofilliana, forniscono l’habitat a metà delle specie animali e vegetali terrestri conosciute al mondo, sono fondamentali per lo stoccaggio del carbonio in molti ecosistemi come boschi, foreste e praterie, nonché in ambienti artificiali e urbani. Nonostante rivestano un ruolo chiave sul nostro pianeta, finora ci sono state molte lacune nella conoscenza della diversità, della distribuzione e dello stato di conservazione degli alberi su scala globale.

Per colmare questa carenza di informazioni, negli ultimi cinque anni è stata intrapresa un’approfondita ricerca per raccogliere dati sul rischio di estinzione delle 58.497 specie di alberi in tutto il mondo. Il risultato di questa ricerca è lo State of World’s Trees, un nuovo report pubblicato da Botanic gardens conservation international (Bgci), un ente che conserva e diffonde la documentazione sulle piante del nostro Pianeta. Dal report emerge che il 30% delle specie arboree è minacciato di estinzione, 142 specie di alberi si sono già estinte e 442 sono minacciate a tal punto che rimangono meno di 50 esemplari al mondo. Proprio come succede per le specie animali, le minacce più importanti sono la deforestazione, la distruzione degli habitat per convertire le terre in terreni coltivabili, l’allevamento, lo sviluppo urbano, gli incendi e i cambiamenti climatici.

Documentare lo stato di conservazione di quasi sessantamila specie è il lavoro più grande mai intrapreso nella storia della lista rossa dell’Iucn, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo, curato dall’Unione internazionale per la conservazione della natura. “È la prima volta che sappiamo con precisione quale di queste specie ha bisogno di protezione, quali sono le minacce e dove si trovano”, ha spiegato Malin Rivers del Bgci all’emittente Bbc.

Il report non presenta solo un’analisi completa delle specie presenti sulla Terra, ma offre anche una strada da percorrere per preservare la loro sopravvivenza. Secondo gli esperti, sarebbe necessario espandere le aree protette, dato che al momento almeno il 64% di tutte le specie di alberi si trova proprio in queste zone. Sarebbe poi importante tenere le specie più a rischio nei giardini botanici e conservare i loro semi nella banca dei semi, luogo dove vengono custoditi i semi del 30% degli alberi del globo nella speranza di poterli ripiantare un giorno in natura. I ricercatori sottolineano infine l’importanza della divulgazione scientifica per assicurare il successo degli sforzi di riforestazione e conservazione, oltre alla necessità di partire dal basso e coinvolgere i cittadini locali, insieme alle istituzioni.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006