dcsimg

pubblicato il 31 agosto 2021 in acqua

I livelli del mare saranno sempre più estremi

A causa del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici, i livelli estremi del mare diventeranno molto più frequenti a causa del riscaldamento globale, così come accade per altri eventi climatici estremi come, per esempio, le ondate di calore. A dichiararlo è uno studio pubblicato su Nature Climate Change in cui sono state mappate 7.000 località costiere in tutto il mondo e per ognuna di queste è stato stimato il livello di rischio in base a diversi scenari di aumento globale delle temperature, da +1,5°C fino a +5°C. Per livelli estremi del mareono i picchi di altezza delle acque che si possono verificare a causa di una combinazione di maree, onde e tempeste e che di cosenguenza provocano inondazioni e allagamenti. Si parla poco di questi eventi, che spesso sono sottovalutati, ma possono avere un impatto profondo sulle nostre società e sugli ecosistemi costieri.

Le aree in cui si prevede che la frequenza dei livelli estremi del mare aumenti più rapidamente comprendono soprattutto l’emisfero meridionale e le aree subtropicali. Ma a rischio sono anche ampi settori del Mar Mediterraneo, oltre alla penisola arabica, la metà meridionale della costa del Pacifico del Nord America e altre aree tra cui Hawaii, Caraibi, Filippine e Indonesia.
I cambiamenti probabilmente arriveranno prima della fine del secolo, con molte località che subiranno un aumento di 100 volte degli eventi estremi anche entro 2070.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006