dcsimg

pubblicato il 23 marzo 2021 in aria

Giornata Mondiale della Meteorologia 2021

Il 23 marzo è la Giornata Mondiale della Meteorologia. Si tratta di un giorno importante per la meteorologia, infatti il 23 marzo del 1950 entrò in vigore la convenzione che istituì l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM). L’OMM è un’organizzazione intergovernativa che comprende 189 Stati membri e Territori, con obiettivo principale di promuovere la ricerca in campo meteorologico e la cooperazione a reti unificate delle varie informazioni meteo climatiche provenienti da ogni parte del globo. Il tema di quest’anno è “l’oceano, il nostro clima e il tempo” (The ocean, our climate and weather): chiedendo a tutti di abbassare, per un momento, lo sguardo dal cielo al mare. Quando si parla di clima e di meteorologia, la maggior parte di noi pensa che tutto avvenga in atmosfera: se traslaciamo gli oceani, ci perdiamo una gran parte del quadro.

Gli oceani fungono da termostato terrestre. Assorbono e trasformano una parte significativa della radiazione solare che colpisce la superficie, fornendo calore e vapore acqueo all’atmosfera. Enormi correnti oceaniche orizzontali e verticali formano e fanno circolare questo calore intorno al pianeta, spesso per migliaia di chilometri, plasmando così il tempo e il clima su scala globale e locale. Oltre ovviamente a costituire un’essenziale fonte alimentare e di entrate economiche.
Segna anche l’anno di inizio del Decennio delle Nazioni Unite delle scienze oceaniche per lo sviluppo sostenibile (2021-2030). Il Decennio galvanizza gli sforzi per raccogliere la scienza oceanica – attraverso idee innovative e trasformative – come base di informazioni per sostenere lo sviluppo sostenibile.

Per saperne di più

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006