dcsimg

pubblicato il 25 febbraio 2021 in energia

Arriva la nuova etichetta energetica

Dal 1° marzo 2021 entrerà in vigore la nuova etichetta energetica: presenterà alcune modifiche necessarie per risolvere alcune criticità passate. Negli anni l’efficienza energetica dei prodotti ha continuato a migliorare, quindi un numero sempre più alto di beni ha occupato le classi superiori del sistema di etichettatura, lasciando praticamente vuoti i livelli più bassi. Da un’indagine svolta tra i consumatori è emerso che le classi superiori (A+, A++ e A+++) generavano confusione tra gli acquirenti, poichè erano troppo simili tra loro. Per risolvere questo problema, la UE ha deciso di modificare l’etichetta: tutte le classi comprendenti il simbolo “+” scompariranno e faranno posto a una scala da A (prodotti più efficienti) a G (prodotti meno efficienti). Il passaggio dalla vecchia alla nuova etichetta avverrà in modo definitivo a partire dal 1° marzo 2021 per frigoriferi e congelatori, incluso cantinette per vino ad uso domestico, lavatrici e lavasciuga, lavastoviglie, TV e display, e dal 1° settembre 2021 per le sorgenti luminose. Le nuove etichette hanno anche una grafica rinnovata che include un QRcode per ottenere molte informazioni aggiuntive sul prodotto accessibili attraverso uno smartphone.

Crediti: Altroconsumo

Vi saranno nuovi criteri anche per l’indicazione dei consumi energetici. Per esempio, nella vecchia scala il consumo di energia per le lavatrici è basato sull’utilizzo annuale, mentre il calcolo per la nuova etichetta si basa su 100 cicli di lavaggio. Anche per i televisori è cambiata la formula del consumo energetico, per tenere meglio in considerazione anche quello riferito ai componenti interni, e non solo dello schermo. Dopo il 1° marzo 2021, i rivenditori avranno 14 giorni lavorativi per sostituire la vecchia etichetta energetica su tutti i prodotti riscalati nei negozi fisici e in quelli online, nonché nei materiali di marketing.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006