dcsimg

pubblicato il 31 luglio 2020 in energia

Record rinnovabili: a maggio coprono il 50% dei consumi elettrici

Il 2020 sarà un anno memorabile per molti motivi, tra cui il notevole calo dei consumi energetici e il contributo delle fonti rinnovabili. Le chiusure imposte in risposta alla pandemia hanno, infatti, fatto raggiungere alcuni record, tra cui quello delle fonti rinnovabili sulla domanda elettrica italiana: nel mese di maggio il contributo delle Fonti elettriche rinnovabili (FER) ha superato il 50%.

Questo è solo uno dei dati che emergono dal report dell’ENEA “Analisi trimestrale del sistema energetico italiano“, pubblicazione che esamina i fattori che caratterizzano il sistema energetico nazionale, per valutare le tendenze relative alle tre dimensioni della politica energetica: decarbonizzazione, sicurezza e costo dell’energia – definiti nel loro insieme “trilemma energetico”. Secondo quanto riportato da Enea, nel secondo trimestre di quest’anno la domanda è scesa del 22% (con un picco del -30% ad aprile), mentre la CO2 ha segnato un meno 26%. Con il traffico ridotto al minimo, la domanda la domanda di petrolio è scesa del 30% da aprile a giugno 2020; nello stesso lasso di tempo i consumi del gas naturale sono calati del 18% mentre le importazioni elettriche sdel 70%. Di contro, le rinnovabili sono cresciute, segnando il nuovo massimo storico nella domanda elettrica.

 
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006