dcsimg

pubblicato il 14 novembre 2019 in energia

La trasformazione di Fukushima, dal nucleare alle rinnovabili

A Fukushima è in corso un piano che prevede la trasformazione dell’area che circonda la centrale nucleare in un centro di energia rinnovabile, ribattezzato Renewable Energy Village. Al momento nella zona è installato un mix di energie rinnovabili composto da eolico, biomasse, solare, geotermia e idroelettrico, per un totale di 1,5 GW. In programma vi è la costruzione di ben 11 centrali solari e 10 centrali eoliche su tutta la superficie della prefettura, nelle aree montuose e zone agricole che, a causa della contaminazione radioattiva, non possono essere più coltivate. L’obiettivo è quello di soddisfare l’intero fabbisogno elettrico della prefettura, completamente stravolta dopo lo tsunami del 2011 e il conseguente incidente della centrale nucleare. Ma il progetto va oltre l’autosufficienza: il governo vuole che Fukushina rinasca come un vero e proprio hub regionale di energie rinnovabili, fornendo elettricità anche alla grande area metropolitana di Tokyo. Secondo le stime, entro il 2030 potrebbe fornire il 13-14% del mix elettrico giapponese.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006