dcsimg

pubblicato il 24 giugno 2019 in aria

Il Regno Unito ospiterà la Cop26

La prossima Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sul clima prevista per la fine del 2020 (Cop26) si terrà nel Regno Unito. L’Italia, che si era candidata come Paese ospitante, ha stretto un accordo di partenariato con il Regno Unito: in base a tale accordo, il Regno Unito riverstirà il ruolo di Presidenza della COP 26 e di ospitare il Summit, mentre l’Italia si occuperà di organizzare la Pre-COP e altri importanti eventi preparatori, tra cui una significativa iniziativa volta a dare voce alle istanze dei giovani (Youth event).

Il summit del 2020 dovrebbe essere uno degli eventi cruciali per quanto riguarda la lotta al cambiamento climatico: a settembre 2019, oltre 200 Paesi di tutto il mondo si riuniranno a New York sotto l’egida delle Nazioni Unite per decidere se modificare gli obiettivi di contenimento delle emissioni e di transizione energetica fissati per il 2030. La Cop26, quindi, dovrebbe divenire il momento concreto in cui discutere di quali misure adottare nell’immediato futuro.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006