dcsimg

pubblicato il 6 maggio 2019 in acqua

Bandiere Blu 2019

È la Liguria davanti a Toscana e Campania a guidare l’elenco delle 385 spiagge italiane a cui è stato assegnato la “Bandiere Blu 2019”, riconoscimento assegnato dalla Foundation for Environmental Education (Fondazione per l’Educazione Ambientale – FEE) per l’eccellenza delle acque di balneazione.

Per ottenere il riconoscimento le località devono conquistare buoni punteggi in 32 indicatori periodicamente aggiornati (per conoscere i criteri clicca qui). Tra gli indicatori considerati vi sono la presenza e l’effettiva funzionalità degli impianti di depurazione, la percentuale di allacci fognari, la gestione dei rifiuti, la raccolta differenziata, le iniziative ideate dalle amministrazioni per una migliore vivibilità nel periodo estivo, la valorizzazione delle aree naturalistiche presenti, la cura dell’arredo urbano con la presenza di piste ciclabili e aree pedonali, ma anche la possibilità di accesso al mare per tutti senza limitazioni. In questo modo, le amministrazioni locali vengono incentivate a fare sempre meglio.
Le spiagge italiane (di mare e di lago) a cui è stato assegnato il titolo ricadono in 183 comuni, 8 in più rispetto allo scorso anno, e corrispondono al 10% di quelle premiate a livello mondiale. La Liguria ne conta ben 30, seguita dalla Toscana, con 19 località. La Campania rimane a 18, poi seguono le Marche con 15 e la Sardegna con 14 località. La Puglia deve accontentarsi di 13 Bandiere (ne ha persa una), la Calabria di 11, mentre l’Abruzzo sale a 10 con l’ingresso di un lago. Il Lazio aggiunge una nuova località arrivando a 9, poi seguono il Veneto e l’Emilia Romagna che confermano rispettivamente le loro 8  e 7 Bandiere. La Sicilia guadagna una Bandiera arrivando a quota 7, la Basilicata va a 5 con un nuovo ingresso e il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 Bandiere dell’anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera. In aumento anche le bandiere che hanno premiato i laghi: nel 2019 sono state ben 17. Il Trentino Alto Adige è sempre in testa con 10 località, l’Abruzzo registra un nuovo ingresso, seguito da Piemonte (3) e Lombardia (1). Anche quest’anno, quindi, il turismo italiano potrà dunque godere di un numero significativo di località balneari (di mare e di lago) reputate eccellenti.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006