dcsimg

pubblicato il 11 marzo 2019 in ecosistemi

Nairobi, al via l’assemblea ONU sull’ambiente

Inizia oggi a Nairobi, in Kenya, la 4ª Assemblea delle Nazioni Unite sull’Ambiente: fino al 15 marzo i rappresentati dei 193 Stati membri dell’Onu discuteranno di come salvare il pianeta dal cambiamento climatico e dal sovrasfruttamento delle risorse. Capi di Stato e ministri dell’Ambiente, insieme a Ong, attivisti e amministratori di multinazionali lavoreranno per assumere impegni, magari arrivando a un patto globale per l’ambiente. A rappresentare l’Italia sarà presente il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.
Lo stop agli sprechi alimentari, il sostegno alla decarbonizzazione delle economie e l’inquinamento da plastiche in mare saranno alcuni dei temi che saranno affrontati in queste giornate. Ci sono Stati, come l’India e i Paesi dell’Ue, disposti a mettere al bando gli oggetti monouso di plastica quali piatti e bicchieri, altri,invece, temono gli impatti economici e occupazionali che potrebbe creare l’eliminazione di questi prodotti dal mercato. Altro punto chiave dell’assemblea ONU sono le nuove tecnologie e le soluzioni innovative, come per esempio la geoingegneria, da adottare per affrontare le sfide climatiche.
Non sarà facile mettere d’accordo tutti, ma quello che è certo è che non è più il momento di rimandare. Il tempo stringe”, ha evidenziato Joyce Msuya, direttrice esecutiva a interim dell’Unep, che in una lettera agli Stati membri ha chiesto “coraggio e risolutezza” nell’affrontare le sfide ambientali.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006