dcsimg

pubblicato il 1 febbraio 2019 in energia

Le università mettono al bando la plastica monouso

Anche il mondo universitario scende in campo per la lotta alla plastica monouso grazie al Protocollo d’Intesa firmato ieri congiuntamente da Marevivo, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) e Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare (CoNISMa), e sigillato dal sottosegretario di Stato all’Ambiente on. Salvatore Micillo, con delega, tra le altre, alla tutela del mare e all’educazione ambientale. Lo scopo del Protocollo è quello di impegnarsi in un reciproco rapporto di collaborazione fra le parti, per raggiungere un obiettivo comune: la sensibilizzazione e l’educazione alla tutela dell’ambiente, anche grazie all’eliminazione della plastica monouso negli atenei.
Le prime misure che verranno adottate per azzerare l’uso di plastica nelle aree pubbliche, all’interno dei Dipartimenti e degli Uffici Centrali delle università, consistono nell’installazione di dispenser di acqua senza bicchieri di plastica, la distribuzione di borracce personalizzate, l’installazione di macchine del caffè con bicchieri di carta e con l’opzione ‘senza erogazione del bicchiere’, per incentivare l’uso di tazze personali. Per quanto riguarda i servizi di ristorazione universitaria, nelle gare d’appalto avrà un maggior punteggio il gestore che si impegna ad abbandonare la plastica monouso.
Per le università è un’occasione importante da cogliere al volo per sensibilizzare i giovani su una tematica che in futuro li coinvolgerà in prima persona.

Scopri la campagna #StopSingleUsePlastic di Marevivo

Per approfondire con Eniscuola:

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006