dcsimg

pubblicato il 2 gennaio 2019 in la vita

La moretta del Madagascar torna in natura

L’Aythya innotata, un’anatra tuffatrice considerata praticamente estinta, è tornata a popolare il lago Sofia, nel nord del Madagascar. Infatti, 21 esemplari cresciuti in cattività sono stati rimessi in libertà, dopo essere state per alcuni giorni in un aviario galleggiante in mezzo al lago per abituarsi al nuovo ambiente. Poi sono state lasciate libere di uscire, interagire con l’ambiente e le altre specie e, nel caso, di fare ritorno all’aviario per cercare riparo o cibo. Il luogo del rilascio, il lago Sofia, è stato scelto perché è poco inquinato, non ci sono troppi predatori e non sono presenti attività umane che possano ostacolare la vita dei nuovi esemplari.

Morette nell’aviario galleggiante. Crediti: wwt.org.uk.

L’Aythya innotata, meglio nota come moretta del Madagascar, è considerato uno degli uccelli più rari del mondo, poichè per anni nessuno aveva più osservato esemplari in natura; ne vivevano solo alcuni in cattività, prelevati proprio per favorirne la riproduzione e conservarne la specie. Le 21 morette appena rilasciate sono state cresciute e rimesse in libertà dal Wildfowl and Wetlands Trust (WWT), un ente britannico che si occupa di uccelli. Per ora tutto sta andando per il meglio, ma bisognerà capire se le morette sceglieranno di restare dove sono e se riusciranno a nutrirsi da sole.

Con il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Eni S.p.A. - P.IVA 00905811006